Fondi per il territorio, Proietti: “Noi sappiamo come ottenerli”

Strade dissestate ed edifici pubblici abbandonati. Le risorse ci sono, sfruttiamole

Fondi per il territorio, Proietti: “Noi sappiamo come ottenerli”

Non è di certo un mistero che il programma della candidata sindaco Stefania Proietti sia un A++ in quanto ad ambizione e innovazione, ma è un programma realizzabile con risorse che da noi saranno trovate senza gravare sulle tasche, già molto provate, dei cittadini. Lo si può fare non solo usando il project financing, che secondo il candidato sindaco della destra è l’unico strumento a disposizione, ma anche e soprattutto usando le molteplici risorse messe a disposizione dell’Unione Europea: una per tutte, il PSR (Piano di Sviluppo Rurale).
I problemi ci sono e persistono come quello delle strade dissestate nei territori delle frazioni e delle aree industriali che creano danni alla viabilità e soprattutto alla sicurezza stradale. Problemi ai quali è facile e necessario trovare una soluzione e per i quali esistono fondi che finanziano i comuni al 100%, come la misura 7.2.1 (riqualificazione rete stradale comunale e vicinale ad uso pubblico con regimazione acque meteoriche, apposizione guard-rail, reti paramassi…). È chiaro che per godere di tali finanziamenti occorre che sia il Comune a presentare un progetto valido e nel rispetto dei tempi, progetto che le amministrazioni passate del Comune di Assisi non hanno mai presentato in riferimento al PSR 2007/2014.
Il valore aggiunto della proposta di Stefania Proietti sta proprio qui, nell’impegno di portare a termine nei primi 6 mesi di governo la mappatura delle criticità della viabilità, andando ad individuare le priorità sul territorio da selezionare in base al criterio di garanzia della sicurezza delle persone, sempre al centro del suo programma. Il tutto col fine di redigere un progetto da presentare tempestivamente all’apertura della misura 7.2.1 per la risistemazione della viabilità. Ma i fondi a disposizione della misura 7.2.1 sono decisivi anche alla risoluzione di altre problematiche quali la sistemazione degli edifici pubblici come le ex scuole, solitamente svendute e abbandonate a loro stesse.La possibilità è invece quella di farle rinascere attraverso il loro inserimento in percorsi culturali di più ampio respiro trasformandole, per esempio, in sedi di associazioni locali.
“Vogliamo che Assisi sia il primo Comune umbro a chiedere e ottenere finanziamenti del PSR per garantire servizi ai cittadini senza prendere soldi dalle loro tasche!” ha riferito la candidata.
Un Comune come il nostro non può permettersi di lasciarsi sfuggire tali opportunità che potranno essere colte solo mettendo in campo le migliori capacità e competenze che la candidata sindaco Stefania Proietti e la sua squadra già possiedono!
Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*