Restyling cartellonistica Assisi, Sindaco Proietti, i nuovo biglietti da visita

molto più grandi e con lo stemma civico aggiornato

Restyling cartellonistica Assisi, Sindaco Proietti, i nuovo biglietti da visita

Restyling cartellonistica Assisi, Sindaco Proietti, i nuovo biglietti da visita

 di Stefania Proietti
Un bel restyling per presentarsi nel modo migliore: finalmente rinnovata la cartellonistica della Città di Assisi, sia nel centro storico che nelle frazioni! Ecco i nuovi “biglietti da visita” della Città di #Assisi e di tutto il territorio, molto più grandi e con lo stemma civico aggiornato che riporta il motto “Seraphica Civitas”, sottolineano in modo evidente l’appartenenza al patrimonio mondiale UNESCO.
La Città di Assisi pone finalmente in risalto anche il suo essere CITTA’ DI SAN FRANCESCO come scritto subito sotto il nome.
Voglio porgere un ringraziamento particolare al dirigente e Comandante del Corpo di Polizia Municipale Antonio Gentili e a tutta la Giunta Comunale per aver contribuito alla grafica del nuovo “biglietto da visita” di Assisi e di tutto il suo territorio.
Print Friendly, PDF & Email

8 Commenti

  1. Finalmente abbiamo capito dove era il problema di Assisi…i turisti non arrivavano perché non leggevano bene i cartelloni….è facile spendere i soldi degli altri…

  2. Mi associo al commento….ma perché non pensate alle cose serie ed utili?
    Non credo che avevamo bisogno di nuovi cartelli….

  3. Ai signor no non va bene nemmeno questo? ce ne faremo una ragione. Comunque voglio dire una cosa chi, a prescindere, (vedi Totò) critica qualsivoglia iniziativa perde di credibilità e sopratutto stima.

    • Mi scusi Camillo Benso, con il suo ragionamento allora chi critica sempre Trump dovrebbe aver perso di credibilità in una maniera pazzesca. Sicuramente capirà da solo che le motivazioni di una critica sono dirimenti.

  4. Forse bisognerebbe pensare a cose molto, ma molto, più serie e fattive. La cultura dell’apparire si rispecchia anche in questa, ennesima, iniziativa pubblicitaria.
    Forse bisognerebbe cominciare a far pulire le “forazze” che raccolgono, o meglio dovrebbero raccogliere, le acque reflue delle strade (uno stradino al quale segnalavo la necessità di pulirle mi ha risposto che in Assisi ce ne sono quasi 1.000!!! poverino le deve pulire tutte lui);

    Forse bisognerebbe fare una serie lotta all’invasione dei piccioni nel centro storico (e non spendere i soldi dei cittadini nel far ripulire le strade alle 2 di notte una volta a settimana per poi vedere il guano dei piccioni lo stesso giorno ridepositato negli stessi punti);

    Forse bisognerebbe mettere mano una volta per tutte al problema auto e relative autorizzazioni all’ingresso e non semplicemente cambiare il Logo della ZTL;

    Forse bisognerebbe controllare tutti quei ristoranti con recensioni negative che rovinano il nome di Assisi;

    Forse bisognerebbe far ritornare i turisti ad Assisi e non spendere i soldi di tutti per iniziative che non portano nulla;

    Forse…..devo continuare?

    La critica serve a crescere, chi non le accetta ha sbagliato mestiere.

  5. Cari amici di penna, se è per questo avrei altrettante lamentele da esporre sicuramente più di quelle da voi citate sono sicuramente d’accordo nel sottolineare e criticare le “debolezze” di questa Amministrazione, ma se un’iniziativa (una volta tanto) va nella giusta direzione non vedo la ragione di manifestare sempre e comunque dissenso. Penso che agire senza pregiudizi sia la via giusta per farsi ascoltare ed anche rispettare.
    P.S. il mio “mestiere” è lontano anni luce dalla politica.

    • Sono d’accordo con Lei…se legge tutti i miei commenti troverà anche situazioni in cui ho manifestato il mio plauso a certe iniziative…credo di essere molto obiettivo e non critico o plaudo secondo chi fa cosa, ma secondo se la cosa é fatta (ovviamente secondo me) bene o male.
      ANche il mio mestiere é lontanissimo dalla politica ma in ogni aspetto della vita, sia privata che lavorativa, bisogna essere in grado di ricevere le critiche, analizzarle, accerttarle e ..crescere.

  6. Bravo grillo…sono in piena sintonia con te…apparire è molto più facile che essere concreti…e probabilmente oggi abbiamo gli amministratori che ci meritiamo…se continuiamo a chiamarci fuori dalla politica e la deleghiamo sempre agli altri subiremo sempre…dobbuamo invece diventare parte attiva della vita politica della nostra città per provare ad invertire questa tendenza che non ci porterà lontano…dipende da noi…

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*