Selvaggi a due passi da Santa Maria degli Angeli

Alex Trabalza: «Hanno lasciato di tutto, è pieno di plastica, detriti, materassi, Eternit, giocattoli, valigie frigoriferi, una discarica vera e proprio».

Selvaggi a due passi da Santa Maria degli Angeli

Selvaggi a due passi da Santa Maria degli Angeli

Rno spettacolo indescrivibile, da non credere!» Sono queste le parole di Alex Trabalza dell’Associazione il Movimento dello Sconforto Generale. A due passi dal di Santa Maria degli Angeli c’è una vera e propria discarica, dove i ‘gran maleducati’ lasciano di tutto.

Sabato scorso i ragazzi dello sconforto si sono armati di tutto l’occorente, come fanno da un anno e mezzo a questa parte, e hanno cominciato a ripulire, ripulire e ripulire. Hanno eliminato quintali di immondizia, divenuta ormai, per altro, anche barriera architettonica per l’ambiente.

Nella zona industriale di Santa Maria degli Angeli c’è un’area che è stata lottizzata, doveva essere un parcheggio e invece è stata ridotta a una discarica: «Hanno lasciato di tutto – dice il presidente Trabalza -, pieno di plastica, detriti, materassi, Eternit, giocattoli, valigie e frigoriferi, una discarica vera e proprio».

Ma non finisce qui, ci sono anche carcasse di animali, mandibole di una grossa BESTIA, potrebbe essere un bovino, ma nessuno esclude che possa trattarsi anche di un cavallo. «Che civiltà di selvaggi è questa? E questa sarebbe la città dell’Unesco – risponde alle nostre domande il responsabile Associazione il Movimento dello Sconforto Generale -.

«Sono incazzato, sono amareggiato, sono sconfortato…quello che abbiamo trovato è veramente indescrivibile!! E Non abbiamo finito, abbiamo raccolto solo una minima parte…Ho sprecato tutto il mio ultimo anno e mezzo di vita dietro a cose che dovreste fare voi dell’amministrazione – dichiara sempre più arrabbiato – e il risultato è totale menefreghismo e totale degrado».

«Per la discarica di Santa Maria – ha aggiunto Alex trabalza – è arrivata una segnalazione, tramite Facebook, 10 giorni fa da parte di una residente della zona. Aveva segnalato ai vigili e al comune, ma nessuno ha provveduto e fatto niente. Ci siamo, quindi, mossi noi. Ma il problema è a monte, se non lo risolvono loro, attivando procedure di controllo facendo anche multe, il problema non si risolverà mai. Noi puliamo, ma se ripassi dopo un mese siamo punto a capo. Questo è un disastro ambientale e cari maleducati e cari amministratori – ha concluso Trabalza – chi tace su questo grande problema per me è sullo stesso livello!! Noi continuiamo la nostra battaglia e denunceremo tutti!! Noi non molliamo».

Selvaggi

 

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*