Convitto Nazionale Assisi sabato 16 dicembre open day alla scuola

dalle ore 15.00 alle ore 17.00, in continuità con la Scuola Secondaria di Primo grado

Convitto Nazionale Assisi sabato 16 dicembre open day alla scuola

Convitto Nazionale Assisi sabato 16 dicembre open day alla scuola

da Ombretta Sonno
ASSISI – La Scuola Primaria annessa al Convitto Nazionale “Principe di Napoli” di Assisi invita le famiglie dei bambini a prendere parte alla giornata di Open Day, prevista per sabato 16 dicembre, dalle ore 15.00 alle ore 17.00, in continuità con la Scuola Secondaria di Primo grado. Il Rettore e i docenti saranno a disposizione delle famiglie interessate per presentare l’offerta formativa della scuola. Alle ore 17.00 si potrà assistere ad un breve concerto di Natale a cura dei bambini della scuola primaria.

Punto di forza della Scuola  è l’attività pomeridiana del semiconvitto (dal termine delle lezioni fino alle ore 17.30) che, oltre alla mensa e allo studio assistito sotto la guida e il supporto degli educatori, offre anche l’opportunità di frequentare diverse attività tra cui i laboratori di Falegnameria e di Cucina e di praticare, ad esempio, sport di squadra anche non usuali come il sitting volley.

La Scuola Primaria, da ben tre anni, propone e attua l’uso della metodologia CLIL (Content and Language Integrated Learning), che prevede l’uso della lingua inglese nell’insegnamento/apprendimento di alcune discipline diverse da classe a classe: Arte e Immagine, Scienze, Geografia. Lo scopo di tale metodologia è di migliorare l’efficacia dell’apprendimento dell’Inglese creando maggiori opportunità di comunicazione rispetto a quanto avviene nel corso delle normali lezioni di lingua straniera; in questo modo si accrescono motivazione e interesse degli alunni.

L’insegnamento con metodo CLIL, offerto dalla nostra scuola, permette un’esposizione alla lingua Inglese superiore a quella usualmente dedicato all’insegnamento della lingua straniera.

La scuola, inoltre, sostiene e promuove il nuovo approccio all’insegnamento delle materie STEM, (acronimo inglese che sta per Science, Technology, Engineering and Mathematics) attraverso il coding e la robotica educativa che sono strumenti didattici eccezionali attraverso i quali i bambini diventano protagonisti dell’apprendimento e creatori del proprio prodotto.

Esistono infatti esperienze significative che dimostrano come la robotica educativa giochi un ruolo rilevante nell’aumentare la motivazione e il coinvolgimento, nel favorire l’apprendimento learner-centered, le abilità di problem-solving, la creatività, la curiosità e il lavoro di squadra. La robotica permette di osservare e sperimentare concetti e teorie attraverso l’esperienza diretta e può essere considerata una sorta di “serious game”; infatti costruire o usare un robot è un modo per imparare giocando. Grazie alla sua interdisciplinarietà, inoltre, la robotica crea ponti tra diverse discipline, sia scientifiche che umanistiche.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*