Primi d'Italia

Aldo Berti su Facebook a commercianti, Assisi l’avete fatta morire voi [VIDEO]

Mettetevi d'accordo tra di voi per poter dare qualcosa di notte ad Assisi

Aldo Berti su Facebook a commercianti, Assisi l'avete fatta morire voi

Aldo Berti su Facebook a commercianti, Assisi l’avete fatta morire voi

da Aldo Berti
ASSISI – «Buongiorno a tutti, oggi sono molto serio, parlo della mia città, di Assisi, unica al mondo». Lo dice Aldo Berti, in un video pubblicato su Facebook. «Lo diciamo tutti da quando siamo nati, quanto è bella Assisi, quanto sono belli i vicoli di Assisi, quanto sono belli i balconi di Assisi, quanto è st….za la gente di Assisi. Se tu gli porti l’acqua con le orecchie, tanto non è contenta. Qualunque amministrazione comunale va su ad Assisi – aggiunge – , c’è sempre lo scontento da tutte le parti. E’ logico, lasciano tutti i debiti che si accumulano ancora, debiti, su debiti».
Nel video parla anche del sindaco entrante, Stefania Proietti: «Io sinceramente non sono del suo partito, ma a me quella donna mi piace, penso che possa risolvere qualche problema ad Assisi».
Nel video pubblicato richiama anche i commercianti di Assisi: «La piazza del comune, che cos’è? E’ anonima con quei 4 barretti, pisogna arricchirla, la sera deve essere come la piazzetta di Capri, deve essere vissuta la piazza, anche il turista che non è il turista del prete, quelli che servono poco, quelli che girano con la bandiera e con la Madonna e con Cristo, servono poco a Negozi. Serve il turismo buono, quello che la sera posa sentire un concerto in piazza, tutte le sere d’estate, tutte le sere deve esserci qualche attrazione, ma no la Banda di Rivotorto, ma no le stupidaggini, cose serie».
Albo Berti invita in sindaco a contattarlo: «Sindaco chiamami, ti posso dare dei consigli perché io, posso fare qualcosa per Assisi, mi volevo candidare , poi non l’ho fatto perché non sono molto serio, ho fatto tante cavolate nella mia vita che oggi come oggi non le rifarei. Però io dico solo una cosa si può sempre cambiare, anche da vecchi».
E poi continua ancora con la tiratina di orecchie ai commercianti: «Mettetevi d’accordo tra di voi per poter dare qualcosa di notte ad Assisi, di far tornare il turismo quello buono, quello che va a vedere le logge fiorite, quello che va a vedere nei vicoletti la bellezza di Assisi, Piazza Nuova, il Vescovado, San Pietro, San Giacomo, ma c’è bisogno di buon turismo».

E infine riferendosi al terremoto dice che è una scusa:

«La sera ad Assisi è tutto vuoto, negozi vuoti, negozi chiusi, bar chiusi, tutto chiuso, aprite la notte, fino a mezzanotte aperto, date la vita a questa città, non è solo la Città di San Francesco, è anche la nostra città e bisogna viverla, viverla e viverla, l’avete fatta morire voi».

Print Friendly, PDF & Email

3 Commenti su Aldo Berti su Facebook a commercianti, Assisi l’avete fatta morire voi [VIDEO]

  1. Bravo il Sig. Berti
    Casualmente l’altro giorno sono entrato in un esercizio per prendere un gelato.
    Avanti a me una cliente che servita ha pagato il suo scontrino.
    Ho chiest” come quello della signora”.
    Identico.
    Ho pagato il mio scontrino, di 40 centesimi superiore.
    Avevo un accento dell’alta Italia.
    Varrà qualcosa questo comportamento.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*