Amministrazione Assisi e istituto alberghiero per un impegno comune

Nel breve termine il Comune si è impegnato a dare soluzione ai problemi logistici

Amministrazione Assisi e istituto alberghiero per un impegno comune

Amministrazione Assisi e istituto alberghiero per un impegno comune. Si è svolto in questi giorni un incontro sulla situazione dell’Istituto Alberghiero di Assisi promosso dall’Assessore alle Politiche Scolastiche ed Educative Claudia Maria Travicelli, al quale sono stati invitati tutti i soggetti a vario titolo interessati. Un tavolo, dunque, al quale hanno preso parte in primis, oltre lo stesso Assessore Travicelli, il Sindaco Stefania Proietti e la Presidente del Consiglio Regionale Donatella Porzi. La Provincia e la Regione erano rappresentati da vari Dirigenti Tecnici appartenenti al settore istruzione e all’area edilizia scolastica.

Per l’Istituto Alberghiero presente una delegazione guidata dalla Dirigente Scolastica Bianca Maria Tagliaferri. Come noto l’Istituto Alberghiero, cresciuto esponenzialmente negli anni fino a raggiungere le cinquantadue classi attuali, dal 2000 aspetta una adeguata sistemazione logistica che, tuttavia, malgrado le numerose ipotesi avanzate negli anni dalla Provincia di Perugia , non è stata mai realizzata.

Al riguardo sia il Sindaco Proietti che la Presidente Porzi, unitamente all’Assessore Travicelli hanno convenuto circa l’urgenza di intervenire dotando la Scuola di un edificio funzionale alla complessità e al dinamismo progettuale dell’Istituto.

La Dirigente Tagliaferri ha ripercorso sedici anni di difficoltà e di disagi sopportati dal personale e dagli studenti sottolineando comunque come tutto ciò non abbia impedito una crescita costante grazie alle risorse umane. I tecnici della Provincia hanno poi invece ricostruito le varie fasi attraversate e le ipotesi progettuali che nel tempo si sono susseguite.

Tutti, in primis la Dirigente Tagliaferri, sono stati positivamente colpiti dalla grande attenzione riservata dal Comune di Assisi. Un primo tavolo interistituzionale, quindi, che per la prima volta ha permesso a tutte le parti presenti di confrontarsi e di giungere ad un concreto programma di lavoro che prevede di razionalizzare e soprattutto migliorare la collocazione dell’Istituto. Per fare questo saranno necessarie risorse che sia la Regione che la Provincia, e per la prima volta anche il Comune di Assisi, si sono impegnati a reperire. Nel breve termine il Comune si è impegnato a dare soluzione ai problemi logistici che l’Istituto si trova ad affrontare ogni giorno. Una certezza è emersa: l’Alberghiero non lascerà Assisi, in particolare Via Eremo delle Carceri, e l’Amministrazione promuoverà con ogni mezzo a disposizione la serena convivenza tra l’Istituto con le altre scuole che compongono il plesso del Convitto.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*