Assessore Pettirossi incontra dirigenti scolastici di Assisi [VIDEO]

Al centro il tema dell’Innovazione, lanciata l’idea di un progetto con i ragazzi sulla “Assisi del futuro”

Assessore Pettirossi incontra dirigenti scolastici di Assisi

Assessore Pettirossi incontra dirigenti scolastici di Assisi

ASSISI – Rendere le scuole di Assisi sempre più innovative e capaci di rispondere alle esigenze di apprendimento delle studentesse e degli studenti del territorio assisano: questo uno fra gli obiettivi della riunione che si è tenuta lunedì 16 ottobre nella sede Comunale di Santa Maria degli Angeli fra l’Assessore alla Scuola Simone Pettirossi e i Dirigenti Scolastici  di tutti gli Istituti.

In questi giorni sono in consegna diverse LIM (lavagne interattive multimediali) nelle scuole del territorio, con l’obiettivo di contribuire a coprire il fabbisogno di tutti gli Istituti.

“Uno degli obiettivi primari dell’amministrazione comunale – ha ribadito Pettirossi- è quello di portare la connessione ad alta velocità in tutte le scuole; ma anche di puntare al completamento della dotazione di necessari strumenti informatici in ogni scuola, perfettamente condiviso con le dirigenze scolastiche”.

Con loro l’Assessore Pettirossi ha condiviso anche l’idea di avviare un progetto trasversale che coinvolga gli studenti di ogni ordine e grado, chiamati ad immaginare una “Assisi del futuro”. I ragazzi, secondo tempi e modi da definire e guidati dai propri insegnanti, saranno chiamati a proporre la loro idea di Assisi “smart city”(città intelligente).

Un progetto che servirà a guardare il nostro territorio attraverso gli occhi delle giovani generazioni, dei cittadini di domani, rendendoli partecipi e protagonisti di una pianificazione a lungo termine, attraverso un processo partecipativo pluriennale, che possa far emergere idee ed atti concreti a beneficio dell’intera città, dando vita sempre di più ad una comunità locale inclusiva e innovativa.

Alla riunione con l’Assessore Simone Pettirossi erano presenti i DS Tecla Bacci (Ist. Compr. Assisi 1); Carlo Menichini (Ist. Compr. Assisi 2); Sandra Spigarelli (Ist. Compr. Assisi 3); Bianca Maria Tagliaferri (Ist. Alberghiero); Annalisa Boni (Convitto Nazionale Principe di Napoli) Giovanfrancesco Sculco (Scuola per Ciechi) ed alcuni rappresentanti del Liceo Classico Sesto Properzio.

(fm)

Assisi, Assessore Pettirossi incontra dirigenti scolastici

Print Friendly, PDF & Email

3 Commenti

  1. Caro pettirossi crediamo tu sia un bravo ragazzo che gioca a fare il politico. ..il problema è che non incidi su nulla…tante belle parole..chiacchiere…termini “innovativi”…partecipazione…assisi del futuro…ma intanto chi tira i fili non sei certo tu ne tantomeno il tuo partito…i burattinai sono altri…e tu come altri devi “covare” come si dice da noi!!!! Però capisco…e quando vi ricapita di fare gli assessori ad assisi…oltre al fatto che lo stipendio fa gola a tutti…

  2. Caro Luca Neri, la politica e l’attività di Assessore sono tutt’altro che un gioco, ma sono un quotidiano impegno che richiede passione e dedizione. Lo “stipendio”, o meglio l’indennita, cui accenna, non può essere sicuramente la motivazione, visto è di meno di 400 euro al mese (i dati sono pubblici). Per quanto riguarda i temi di cui mi occupo, nel 2017 sono concretissimi e fondamentali per lo sviluppo delle città. Alcune delle tante cose concrete che abbiamo già fatto: fibra ottica (si vedono gli operai al lavoro), connessione veloce scuole, app del Comune, a breve spazio pubblico per l’accesso al digitale. Ovviamente lei, Luca Neri, può pensare liberamente ciò che vuole, ma le assicuro che le sue fantasie sono molto distanti dalla realtà. Le consiglio di candidarsi la prossima volta e se verrà eletto potrà portare il suo contributo al nostro splendido comune, cimentandosi con la realtà e non con le fantasie. Suti

  3. Caro assessore che la politica sia una cosa seria lo sappiamo…che tutti la facciano seriamente questo sarebbe da appurare…che dovrebbe prevedere un impegno costante e giornaliero sappiamo anche questo ma che tutti lo facciano sarebbe da verificare….per quanto riguarda la concretezza di ciò che sta cercando di fare….beh lasci che continui ad avere le mie perplessità…in un paese democratico (lo siamo ancora o sbaglio?)ognuno ha la propria visione della concretezza (le mie non sono fantasie ma dati purtroppo veritieri)….poi vorrei ricordarle che con l’indennità che Lei dice di prendere (non sono sicuro che sia di 400 euro ma verificheremo)ci sono molti pensionati che devono “sopravvivere” tutti i mesi….quindi se questi 400 euri non sono la motivazione lasciateli a disposizione dei servizi sociali per aiutare le persone in difficoltà….in passato qualche sindaco mi risulta rinunciò al suo stipendio od indennità come Lei la chiama…sono degli ottimi segnali in un momento come questo…e non è un discorso populista o demagogico….È CONCRETEZZA caro Assessore…

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*