Assisi, al Lyrick va in scena il musical “La febbre del sabato sera”

A quarant’anni dell’uscita del celebre film, tornano Tony Manero&co

Assisi, al Lyrick va in scena il musical “La febbre del sabato sera”

Assisi, al Lyrick va in scena il musical “La febbre del sabato sera” ASSISI – L’Umbria potrà tuffarsi nel vortice del revival con lo spettacolo, previsto per domani (23 marzo ore 21,15) al Lyrick di Assisi, “La febbre del sabato sera” da sempre icona intramontabile dei meravigliosi anni settanta e della Disco music che ancora oggi fa ballare intere generazioni. In occasione del 40° anniversario dall’uscita del celebre film il Teatro Nuovo di Milano presenta la nuova produzione italiana del musical. Giuseppe Verzicco è il nuovo Tony Manero, a sceglierlo una commissione internazionale composta dai produttori americani di Theatrical Rights e dal team creativo italiano presieduto dal regista Claudio Insegno.

Classe 1986, Verzicco è oggi uno dei migliori performer del musical italiano e, con il suo carisma ed il suo grande e poliedrico talento, è pronto a far rivivere quel ruolo che ha portato alla ribalta mondiale un giovanissimo Travolta. Al fianco di Giuseppe Verzicco, l’affascinante Anna Foria nel ruolo della splendida Stephanie Mangano, Giada D’Auria nei panni dell’innocente e sognante Annette, Luca Spadaro è Bobby C, il migliore amico di Tony e parte del gruppo de I Baroni composto da Joey – Samuele Cavallo, Double J. – David Negletto e Gus interpretato da Francesco Lappano.

Sono poi Alessandra Sarno e Gaetano Ingala ad interpretare l’autorità familiare rispettivamente nei ruoli di Flo e Frank Manero. Le potenti voci di Gianluca Sticotti nel ruolo di DJ Monty e di Giovanna D’Angi nel ruolo di Candy faranno ballare tutti i ballerini del mitico Odyssey 2001 tra cui Alex Botta – Frank Jr, Arianna Galletti – Pauline, Monica Ruggeri – Linda Manero, e tutto il corpo di ballo composto da Fabio Gentile, Ilaria Leone, Camilla Lucchini, Carolina Mollo, Jessica Falceri, Marco Ventrella, Eneris Veidia, Janer Veranes. Insomma tutti pronti a rivivere la leggendaria era della Disco nella New York degli anni Settanta.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*