Assisi, arrestato l’agente di commercio che intascava la merce e i soldi della ditta

Si era appropriato reiteratamente nel tempo di merce e di piccole somme di danaro

Assisi, arrestato l'agente di commercio che intascava la merce e i soldi della ditta

I poliziotti del Commissariato P.S. Assisi, diretto dal V.Q.A Francesca D. Di Luca, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza con la quale il Tribunale di Sorveglianza di Perugia ha disposto la detenzione domiciliare a carico di un cinquantacinquenne, originario di Foligno ma da tempo residente ad Assisi. L’uomo, tutt’altro che scevro da precedenti, vanta all’attivo del suo curriculum criminale addebiti per emissione di assegni a vuoto, violazione di norme tributarie, bancarotta e insolvenza fraudolenta nonché per falso, truffa e appropriazione indebita con un raggio d’azione che si era esteso, oltre al territorio umbro, anche nelle Marche, in Sicilia e in Friuli.

L’uomo aveva ottenuto l’incarico di rappresentante e venditore di prodotti di norcineria per conto di un salumificio di Santa Maria degli Angeli; approfittando del proprio incarico si era appropriato reiteratamente nel tempo di merce e di piccole somme di danaro per un importo totale di circa 10 mila €. Ne era seguita la condanna alla pena della reclusione di mesi 9 inflitta dal Tribunale della Corte d’Appello di Trieste nel 2015, che oggi, per decisione del Tribunale di Sorveglianza di Perugia, potrà scontare in regime di detenzione domiciliare.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*