Assisi, centri estivi organizzati dal comune, al via le iscrizioni

Nel progetto sono coinvolte anche le studentesse del Liceo Properzio

Assisi, centri estivi organizzati dal comune, al via le iscrizioni

Assisi, centri estivi organizzati dal comune, al via le iscrizioni

da Claudia Maria Travicelli  (Assessore ai Servizi Sociali)
Da martedì 23 maggio (orario di ufficio) fino ad esaurimento posti, presso l’Ufficio dei Servizi Sociali del Comune di Assisi sarà possibile effettuare le iscrizioni per i CENTRI ESTIVI.  Inizierà il 19 Giugno l’estate dei ragazzi, promossa dall’Assessorato ai Servizi Sociali del Comune di Assisi, rivolta a bambini e ragazzi da 3 a 13 anni. Il calendario delle attività è frutto della collaborazione dell’Amministrazione comunale con la cooperativa sociale ASAD, la cooperativa sociale la Goccia, i Carabinieri Forestale, gli Amici Della Montagna.
Verranno effettuati programmi ed orari diversificati, due sono i gruppi a cui faranno parte i bimbi dai 3 ai 5 anni e i ragazzi dai 6 ai 13 anni. Oltre a coordinare lo svolgimento delle diverse attività nei vari spazi cittadini – riferisce l’Assessore ai Servizi Sociali Claudia Maria Travicelli – l’Amministrazione Comunale coadiuva le famiglie  mediante l’affidamento dei servizi di vigilanza ed educativi a personale qualificato di Cooperative sociali, ha stipulato inoltre il contratto con una piscina collocata in zona facilmente raggiungibile e coinvolge il volontariato a fronte del riconoscimento di piccoli contributi.

Nel progetto sono coinvolte anche le studentesse del Liceo Properzio  – indirizzo pedagogico – che svolgono la loro attività nell’ambito dell’alternanza scuola – lavoro.

Il programma delle attività è vario: dallo sport alle attività culturali, dalle visite nella natura alle attività ludiche per i più piccoli. L’obiettivo è quello di fornire ai giovani attività e luoghi di aggregazione, momenti di apprendimento e svago, ma anche di dare un valido aiuto alle famiglie nella complessa gestione quotidiana dei figli durante le vacanze scolastiche.
Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*