Assisi, città d’onore alla 39esima edizione Giochi de le Porte di Gualdo Tadino

Il neo sindaco di Assisi succederà al Sindaco di Narni Francesco De Rebotti

Assisi, città d’onore alla 39esima edizione Giochi de le Porte di Gualdo Tadino. L’edizione numero 39 dei Giochi de le Porte in programma il prossimo 25 settembre a Gualdo Tadino avrà quest’anno come ospite d’onore la città di Assisi con la presenza del Sindaco Stefania Proietti. La notizia è stata ufficializzata nella giornata di mercoledì 10 agosto, in occasione di un incontro istituzionale che ha visto protagonisti i primi cittadini di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti e quello di Assisi Stefania Proietti.

Il neo sindaco di Assisi succederà quindi al Sindaco di Narni Francesco De Rebotti, ospite d’onore ai Giochi de le Porte nell’edizione del 2015. L’appuntamento tra Presciutti e Proietti andato in scena ieri, inoltre, ha avuto anche lo scopo di proseguire la fruttuosa collaborazione attiva tra i due Comuni, che hanno iniziato in concreto, già da qualche tempo, ad affrontare alcune questioni di interesse collettivo per le due comunità.

Il primo esempio reale e positivo è dato dall’inizio degli interventi di manutenzione sulla SS 444 che collega Gualdo Tadino ad Assisi. Dopo la segnalazione fatta lo scorso luglio dai due Sindaci al Presidente della Giunta Regionale Umbria Catiuscia Marini e al Presidente della Provincia di Perugia, Nando Mismetti per segnalare la situazione critica della strada in questione, i lavori richiesti a gran voce sono finalmente partiti nei giorni scorsi.

“L’inizio degli interventi sulla SS 444 è un primo passo importante – sottolineano i Sindaci Presciutti e Proietti  – che testimonia come il connubio tra Gualdo Tadino ed Assisi dimostra di essere vincente e può portare a dei risultati concreti per le due comunità. L’obiettivo è infatti quello di rafforzare la sinergia tra le due città, per proseguire un percorso virtuoso di collaborazione che possa portare vantaggi in vari ambiti per rilanciare l’economia, la cultura ed il turismo del territorio, sviluppando e promuovendo dei progetti in comune”.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*