Primi d'Italia

Assisi, documento del vicariato, il pensiero di Umberto Rinaldi

I titoli dei giornali e molti commenti di coloro che non erano presenti (bacchettate…, dettare l’agenda…, ingerenze…. ecc.  ) risultano estranei alla verità

Assisi, documento del vicariato, il pensiero di Umberto Rinaldi

Assisi, documento del vicariato, il pensiero di Umberto Rinaldi

da Umberto Rinaldi
Ho partecipato alla presentazione del documento, elaborato dal Vicariato episcopale per la cultura, avvenuta nella Sala della Spogliazione mercoledì 28 giugno scorso, presenti molti cittadini tra cui, naturalmente, il Sindaco e diversi assessori. Un pomeriggio vissuto in attenta partecipazione e rispetto reciproco.

Dopo la lettura delle quattro parti del documento – Spiritualità, Cultura, Ambiente, Turismo – alcuni hanno preso parola per aggiungere o commentare; nessuno per contestare. Il positivo e sereno incontro pomeridiano è stato poi chiuso da un ampio intervento del Sindaco e dalla benedizione del Vescovo Sorrentino.

I titoli dei giornali e molti commenti di coloro che non erano presenti (bacchettate…, dettare l’agenda…, ingerenze…. ecc.  ) risultano estranei alla verità sia dei contenuti del documento che delle finalità dell’incontro. E’ pertanto incomprensibile come possano essere interpretati in modo malevolo dei suggerimenti – non direttive! – utili per chi ha l’onere di rappresentare e amministrare la nostra Città.

Avendo dato anche il mio contributo alla preparazione  del documento, posso affermare che tutti hanno partecipato con assoluta libertà e con grande attenzione verso le opinioni espresse dagli altri membri del gruppo di lavoro, consapevoli che la diversità di pensiero e il perseguimento di un fine comune è concreto segno di democrazia.

E’ pertanto fuori luogo attribuire al nostro Vescovo  intenzioni estranee alla sua missione pastorale nella nostra Diocesi e al suo visibile impegno per il bene comune della vita cittadina e dell’intero territorio comunale.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*