Unipegaso

Assisi, Don Bruno Baldoni è salvo, grazie a Dio e alla bravura di Suor Maria Concetta

I sanitari del 118 sono intervenuti sul posto è hanno trasferire don Bruno all’ospedale di Perugia

Assisi, Don Bruno Baldoni è salvo, grazie a Dio e alla bravura di Suor Maria Concetta
Cattedrale di San Rufino

Assisi, Don Bruno Baldoni è salvo, grazie a Dio e alla bravura di Suor Maria Concetta ASSISI – Suor Maria Concetta Criscione ha salvato la vita don Bruno Baldoni. La religiosa è stata protagonista di un gesto avvenuto nella cattedrale di San Rufino giovedì scorso. Don Bruno Baldoni, 91 anni, ha avuto un arresto cardiaco che poteva costargli la vita. Suor Maria Concetta, quando ha visto accasciarsi sul pavimento del duomo e diventare subito cianotico, si è chinata su di lui e gli ha praticato un massaggio cardiaco per almeno quindici minuti.

La manovra salvavita è riuscita perfettamente e all’arrivo dell’ambulanza è stato possibile trasferire don Bruno all’ospedale di Perugia, dove si trova attualmente, ricoverato nel reparto di Medicina interna vascolare. Don Bruno Baldoni, giovedì si trovava nella cattedrale di San Rufino in occasione della Giornata della vita consacrata, appuntamento annuale in cui tutti i religiosi della diocesi si ritrovano per pregare insieme.

Durante la catechesi del vescovo Sorrentino il tonfo sul pavimento del presbiterio e lo sconcerto di tutti. Tutti tranne suor Maria Concetta Criscione, che gli ha letteralmente salvato la vita. La religiosa, 48 anni, originaria del Friuli, è al monastero delle Benedettine di San Giuseppe dai primi di novembre, quando lei e altre sei consorelle sono state accolte ad Assisi a causa delle scosse di terremoto che avevano lesionato il loro monastero di San Ginesio, a Macerata. Suor Maria Concetta in gioventù ha studiato medicina all’università di Udine e giovedì non ha perso occasione per mettere a frutto gli anni passati sui libri.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*