Assisi, Freddii, lo straordinario capolavoro della “fertility room”

Freddii: "Essere o apparire diversi non significa essere migliori"

Giunta Assisi, Rino Freddii, LS, attacca Sindaco Proietti
Rino Freddii Lunghi Sindaco

Assisi, Freddii, lo straordinario capolavoro della “fertility room”. ASSISI – Questi primi 150 giorni a guida Proietti, iniziati con l’aut aut del PD sulla composizione della giunta (a proposito che fine ha fatto il pullman del capogruppo?), oltre al totale fermo dei lavori pubblici, sono stati caratterizzati da errori e tanta approssimazione, come il tira e molla sulla ZTL, l’incompleta ed inefficace delibera contro il gioco d’azzardo e l’inopportuna modifica del regolamento per i mercatini nel centro storico. Come se ciò non bastasse, negli ultimi giorni si è aggiunto lo straordinario capolavoro della “fertility room”.

Le argomentazioni che gli illuminati strateghi del marketing portano a supporto di questa iniziativa: attrarre presenze turistiche ed aumentare il tasso di natalità nazionale, unite all’immediata presa di distanza della neosindaca dall’operato dell’assessore Guarducci (e di due consiglieri comunali esperti in materia turistico-ricettiva come ci ricorda l’Assist Turismo), stanno a dimostrare ancora una volta che i timori sull’inesperienza amministrativa dell’attuale maggioranza e la mancanza di fiducia della prima cittadina nei confronti dei suoi più stretti collaboratori, che l’ha portata a gestire personalmente le deleghe più pesanti, erano e sono tutt’altro che infondati. Essere o apparire diversi non significa essere migliori.

Anzi, “cambiare, tanto per cambiare”, “stupire a tutti i costi” è sinonimo di insicurezza e mancanza di idee, difetti questi che non aiutano certo a guidare con efficacia ed efficienza una città particolare come è la nostra meravigliosa Assisi. La mancanza di conoscenza, sommata all’arroganza e alla presunzione, compone un mix micidiale che può portare ad errori non facilmente rimediabili. Mi auguro pertanto che gli spot autoreferenziali: “siamo bravi, belli e buoni”, che la maggioranza sta propinando agli assisani da mesi, non vadano più in onda e si cominci a governare con umiltà e consapevolezza delle proprie capacità, avanzando proposte concrete (se ci sono) e dando il via alle tante opere progettate, approvate e finanziate dalla precedente Amministrazione.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*