Primi d'Italia

Assisi, Guarducci rimane e la giunta Proietti si ricompatta

Nella sua "memoria difensiva" a penna il perugino Guarducci non nasconde il mare periglioso attraversato

Assisi, Guarducci rimane e la giunta Proietti si ricompatta

Assisi, Guarducci rimane e la giunta Proietti si ricompatta

Di Lorenzo Capezzali
ASSISI – Settimo tempo e ad Assisi si chiude il capitolo politico ed amministrativo del nodo Guarducci in giunta. La cronaca del sì alla continuità del proprio mandato assessorile Eugenio Guarducci la rammenta con una lettera inviata al sindaco Proietti. Guarducci rimane così al timone delle sezioni della cultura e del turismo del Comune in un momento particolarmente delicato della  vita turistica ed economica di Assisi i cui dati si aggirerebbero attorno ad un calo del trenta per cento di visitatori  con commercianti assai preoccupati e dubbiosi sul resto della stagione.

Nella sua “memoria difensiva” a penna il perugino Guarducci non nasconde il mare periglioso attraversato prima e dopo l’evento UniversoAssisi e ancora più lontano con Fertily Room quando venti di dissenso si levarono in gran parte del mondo religioso e sociale. Nella missiva Guarducci sono enucleati i passaggi della scelta pro conferma, non trascurando i momenti pubblici e personali che lo avevano portato a declinare l’incarico nell’esecutivo.

Bagagli culturali ma anche umana passione e sensibilità personale verso la città di Assisi, cuore pulsante nel tempo e tuttora elementi catalizzatori del ritorno in arcione di Guarducci. Vale la pena ricordare le sequele di critiche politiche, di ex consiglieri ed assessori accanto ad una fetta larga di propensi con il segno più verso sul tema artistico-musicale UniversoAssisi. La giunta Proietti si ricompatta, dunque, con l’economia turistica ed interventi sul territorio da sorreggere.

Print Friendly, PDF & Email

1 Commento su Assisi, Guarducci rimane e la giunta Proietti si ricompatta

  1. Bene….. dopo Sesto Properzio, Francesco d’Assisi,Jacopone da Todi, Leandra Angelucci Cominazzini e Sandro Penna, l’Umbria ha scoperto un nuovo poeta che la giunta della sindaca Proietti si tiene ben stretto: Eugenio Guarducci. Di seguito uno dei suoi componimenti più famosi

    “Così duro credo che non l’abbia mai visto da vicino…”

    In attesa della pubblicazione di una sua silloge, speriamo che, prossimamente, questa poesia, possa essere inserita nelle antologie scolastiche.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*