Assisi, è morto il Cardinale Attilio Nicora, il cordoglio di monsignor Domenico Sorrentino

La comunità diocesana lo ricordi con fervida preghiera

Assisi, è morto il Cardinale Attilio Nicora, il cordoglio di monsignor Domenico Sorrentino

Assisi, è morto il Cardinale Attilio Nicora, il cordoglio di monsignor Domenico Sorrentino

Desidero raccomandare alla preghiera di tutta la comunità diocesana, ed in particolare delle comunità francescane che servono le due Basiliche Papali di San Francesco e Santa Maria degli Angeli e dei pellegrini che le frequentano, l’anima del Card. Attilio Nicora, che ieri ha lasciato questa terra per il cielo. Molti dei fedeli della diocesi forse non lo hanno mai incontrato o conosciuto. Abbiamo tuttavia, anche come diocesi, un debito di affetto verso di lui.

La sua personalità è nota per le benemerenze acquisite a servizio della Chiesa italiana e della Santa Sede. Ma per la nostra Chiesa particolare, egli è stato importante soprattutto nella sua qualità di Legato Pontificio per le due Basiliche Papali di San Francesco e di Santa Maria degli Angeli.

Come è noto in forza del Motu Proprio Totius Orbis (9 novembre 2005) di Benedetto XVI, esse sono state ricondotte alla giurisdizione del vescovo diocesano, partecipando così pienamente al nostro cammino pastorale. Pur in questo nuovo assetto unitario, il Motu Proprio prevede che un Cardinale Legato sia dato alle due Basiliche, con una funzione morale di testimonianza e di promozione dei particolari vincoli che legano le due Basiliche alla Santa Sede.

Questa missione è stata svolta finora dal compianto Cardinale, con il quale, lungo questi anni, ho potuto intrattenere rapporti di amicizia cordiale e reciproca stima. Ha svolto questo compito con la competenza e la sensibilità che lo caratterizzavano, esprimendo una capacità di presenza discreta e signorile, che è stata di vivo incoraggiamento al cammino di unificazione pastorale che il Motu Proprio di Benedetto XVI si riprometteva. Dobbiamo pertanto al card. Nicora molta gratitudine, per aver accompagnato questo processo ecclesiale e pastorale. Il Signore lo accolga nella sua pace. La comunità diocesana lo ricordi con fervida preghiera.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*