Assisi, chi predica bene razzola male, anzi per precisione razzolava

Per onorare la trasparenza facciamo chiarezza!

Assisi, chi predica bene razzola male, anzi per precisione razzolava
Chi predica bene razzola male, anzi per precisione razzolava

di Francesca Corazzi, Presidente della III Commissione Consiliare Permanente, Partito Democratico

ASSISI – Proprio Giorgio Bartolini, noto a tutti i cittadini per non aver mai puntato sulla sostenibilità nè tantomeno per aver mai avuto alcuna attenzione alle frazioni, ma per aver guidato amministrazioni che hanno procurato alla Città solo consumo di suolo e cementificazione, il cui esito sono il PUC e zone industriali dove il verde pubblico è divenuto discarica abusiva, adesso si maschera da paladino dell’ambiente. I cittadini comunque sono molto più intelligenti e attenti di quanto possa pensare il consigliere Bartolini. Per onorare la trasparenza facciamo chiarezza!

Mentre è vero che la passata Amministrazione Comunale aveva ridotto lo spazzamento delle strade nelle frazioni del Comune di Assisi facendolo divenire quindicinale, occorre precisare che non si tratta del  “servizio di pulizia” che comprende svariate prestazioni d’opera.  Invece è assolutamente falsa l’affermazione con la quale si sostiene che l’Amministrazione Proietti abbia eliminato il servizio di pulizia ad Assisi e a Santa Maria degli Angeli; tale servizio è stato semmai razionalizzato aumentando lo spazzamento ove necessario (proprio nelle frazioni come Petrignano) per rendere degno il decoro urbano, inoltre è stato aggiunto il servizio con la idropulitrice che mai prima era esistito, questo metodo garantisce una pulizia profonda del guano dei piccioni sia in centro storico (con intervento settimanale), sia nelle frazioni che nei castelli (con cadenza settimanale e mensile), perché è difficile pulire tali rifiuti spazzandoli senza lavarli con acqua come inopinatamente fatto fino all’intervento dell’amministrazione Proietti.
Il servizio di pulizia festivo su Assisi e Santa Maria degli Angeli, è stato sospeso solo per la bassa stagione e per il periodo invernale (come ben noto Assisi è stata colpita da danni indiretti con un calo del 60% dei turisti e quindi dei rifiuti prodotti) ed è stato già ripristinato da qualche settimana al ritorno dei flussi turistici in Città, questo servizio comprende: lo spazzamento, lo svuotamento dei cestini, il ripasso pomeridiano dello svuotamento dei cestini e lo spazzamento manuale ove necessario, questa scansione rimarrà attiva per tutto il periodo dell’alta stagione. La sospensione in bassa stagione ha determinato un risparmio utilizzato proprio per la pulizia delle frazioni e nessun tipo di disagio, indecorosità o lamentela.
Tali scelte non sono state effettuate “in seguito alle lamentele dei cittadini”, ma grazie alla vigilanza dell’Amministrazione e alla consapevolezza di come sia necessario potenziare gli interventi di pulizia in previsione dell’auspicato aumento dei pellegrini che verranno ad Assisi ed in previsione dei prossimi eventi programmati.
È importante precisare che lasciare il servizio così come era stato predisposto dalla precedente Amministrazione, oltre a non offrire nessun tipo di soluzione per la Città in termini igienici, avrebbe creato uno spreco di risorse economiche poiché prima impegnava circa € 64.000 euro più IVA mentre ora, così rivisto, ne costa circa € 36.000 più IVA.
Inoltre è dovere far sapere alla cittadinanza che questa Amministrazione è stata la prima a:
–  destinare € 50.000 per il perseguimento dell’obiettivo “rifiuti zero”;
–  avviare un centro di riuso all’Isola Ecologica;
– progettare un nuovo piano per la raccolta differenziata in centro storico e riattivare una campagna informativa per la raccolta differenziata per portare il Comune oltre il limiti imposti;
– attivare con noti centro di ricerca e Assobioplastiche un progetto di riduzione dell’organico oltreché della plastica;
– aumentare le multe da regolamento comunale per l’abbandono di rifiuti e per il non corretto conferimento degli stessi;
– attivare un controllo del territorio con l’Ufficio Controllo e monitoraggio, di concerto con le Forze dell’Ordine;
Infine, la prossima settimana, partirà il progetto pilota sulla frazione Torchiagina, che prevede di dotare tutte le famiglie di un cassonetto per i sacchi dell’immondizia che così non voleranno più in mezzo alle strade di tutte le frazioni del Comune, vanificando gli spazzamenti effettuati. Sono stati inoltre posizionati proprio oggi i nuovi cestini di arredo urbano in centro storico, finanziati con L.77/2006, che permetteranno di gestire la pulizia urbana con maggiore decoro (foto).
Sono ben felice che l’ex Sindaco Bartolini finalmente si sia accorto che gli abitanti delle frazioni del nostro Comune hanno la stessa dignità e gli stessi diritti degli abitanti di Assisi e di Santa Maria degli Angeli, quando, per anni, gli è stato chiesto di adottare questa visione non c’è mai stata risposta.
Per cambiare idea c’è sempre tempo.
Il comunicato dell’ex Amministratore Comunale Giorgio Bartolini sarà fatto oggetto della sezione Fake News sulla pagina Facebook del Sindaco Proietti, inoltre è da sottolineare come la sua falsità sia lesiva dell’immagine della città trasmessa attraverso i media locali, poiché, per fortuna, i media nazionali non riprendono le chiacchiere da bar di persone che sono state nell’ambito dell’Amministrazione per vent’anni.
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*