Assisi, Rocca e Rocchicciola: al via i lavori di riqualificazione

Lavori al via anche su nuovi acquedotti e scuole

Assisi, Rocca e Rocchicciola: al via i lavori di riqualificazione

Assisi, Rocca e Rocchicciola: al via i lavori di riqualificazione ASSISI – Al via i lavori di consolidamento e restauro delle due Rocche di Assisi finanziati con 200.000 euro di fondi provenienti dalla Regione Umbria e ad esse destinati. I lavori di riqualificazione strutturale riguarderanno le mura esterne angolari della Rocca Maggiore e le mura perimetrali della Rocca Minore. Lavori che permetteranno di restituire sicurezza e maggiore decoro ai due monumenti per la loro completa fruibilità, intervenendo così sul mantenimento di un bene importante per la città, nell’ottica di un percorso più ampio di recupero alla quale l’Amministrazione sta lavorando sin dal suo insediamento, soprattutto nel reperimento delle fonti di finanziamento da fondi europei e regionali.

L’Amministrazione procede speditamente anche sui lavori pubblici prioritari per i cittadini, tra questi le estensioni di acquedotto richieste da anni e mai ottenute, come il tratto di rete idraulica in via Tomba Romana a Castelnuovo e quello di via Salette a Rivotorto, dove decine di famiglie avranno a breve l’acqua pubblica per la prima volta.
Presto inoltre, in occasione della pausa natalizia scolastica, partiranno i lavori di riqualificazione delle pavimentazioni presso le due scuole materne Rinascita di Assisi e Cimmino di Santa Maria degli Angeli. In corso l’affidamento dei lavori per la riqualificazione del centro storico di Petrignano e quello per la riqualificazione strutturale della palestra della scuola Frate Francesco di Assisi.

Una macchina comunale in continuo movimento con un numero di lavori pubblici in forte crescita nonostante le urgenze dovute al sisma per il quale sono stati effettuati 770 sopralluoghi ed emesso 44 ordinanze tra edifici pubblici e privati. Un’Amministrazione attenta al territorio e soprattutto alle vere priorità dei cittadini, quali servizi di pubblica utilità, strade, scuole, borghi storici e frazioni, che per la prima volta dopo anni sono al centro dell’attenzione con soluzioni fattive a problemi e disagi da tempo presenti nella città.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*