Assisi, sabato l’evento “InfiltrAZIONI” per fare luce sul tema della mafia e corruzione

I temi della legalità e della cultura alla legalità sono da sempre centrali nelle politiche dell’attuale Amministrazione del Comune di Assisi

Assisi, la Diocesi ospita le reliquie dei Santi Luigi e Zelia Martin

Assisi, sabato l’evento “InfiltrAZIONI” per fare luce sul tema della mafia e corruzione ASSISI – Il Comune di Assisi sempre in prima linea nella lotta alle infiltrazioni e alla corruzione e nella promozione di una cultura della legalità che passa per una corretta informazione. Appuntamento per sabato 28 gennaio alle ore 17 con l’incontro pubblico dal titolo “InfiltrAZIONI. Quali azioni possibili per contrastare le infiltrazioni mafiose?” presso il Teatro Metastasio di Assisi. L’evento, organizzato dal Comune di Assisi e dal Presidio Libera di Assisi “Mario Francese”, vedrà succedersi sul palco gli interventi del Sindaco Stefania Proietti, del Prefetto di Perugia Raffaele Cannizzaro, del Dirigente Superiore della Polizia di Stato Francesco Messina e di Walter Cardinali di Libera Umbria con la moderazione di Tonio dell’Olio di Libera Assisi e Pro Civitate Christiana. Obiettivo fare luce sui temi delle infiltrazioni e della corruzione per troppo tempo tenuti nascosti e distanti dall’agenda pubblica.

I temi della legalità e della cultura alla legalità sono da sempre centrali nelle politiche dell’attuale Amministrazione del Comune di Assisi che fin dal suo insediamento ha considerato una priorità la lotta al fenomeno mafioso e alla corruzione. Con l’evento di sabato il Comune si schiererà nuovamente in prima linea e si farà promotore di attività di informazione che avranno il compito di dare il via al dialogo con la cittadinanza per favorire il confronto e promuovere la conoscenza di tematiche più che mai di pubblico interesse, facendo luce su fenomeni che crescono e si moltiplicano nel silenzio e nell’indifferenza, consapevoli che una cittadinanza informata è una cittadinanza che ha il potere di contrastare l’illegalità.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*