Con il Cuore

Assisi, Settimana Santa, la Via Crucis nella Basilica di Santa Chiara

Quest’anno le prime 12 Stazioni sono lette dai rappresentanti del settore turismo umbro e dai genitori dei bambini del Coro “Allegre Note” di Rivotorto

Assisi, Settimana Santa, la Via Crucis nella Basilica di Santa Chiara

Assisi, Settimana Santa, la Via Crucis nella Basilica di Santa Chiara  ASSISI – Ormai tradizione quale introduzione alla Settimana Santa in Assisi, nel pomeriggio delle Domenica delle Palme alle ore 16 nella Basilica di Santa Chiara si tiene la VIA CRUCIS con le Meditazioni scritte dai giovani libanesi sotto la guida di Sua Beatitudine Eminentissima il Cardinale Béchara Boutros Rai, della Chiesa Maronita.

Dopo la preghiera di apertura per convertirci alla “Sinodalità”, composta dal Vescovo Domenico Sorrentino, guidata dalle Suore Clarisse del Protomonastero, si procede alla lettura delle 14 Stazioni della Via Crucis, ciascuna espressa da diversi lettori. La 13° Stazione è affidata al Sindaco di Assisi Stefania Proietti e la 14°   al Vescovo Domenico Sorrentino che impartirà la sua Benedizione.

Dunque un divenire meditativo sulla Via Crucis, Passione e Resurrezione, tramite un testo quanto mai attuale che fa riferimento anche ai tragici avvenimenti nei Paesi orientali e al  dramma dell’emigrazione.

Quest’anno le prime 12 Stazioni sono lette dai rappresentanti del settore turismo umbro e dai genitori dei bambini del Coro “Allegre Note” di Rivotorto, presente con il canto insieme alle Novizie congolesi delle Suore Stimmatine e al Coro Commedia Harmonica.

La Chiesa Maronita (dal fondatore San Marone, +410)  è l’unica Chiesa d’Oriente unita e fedele alla Sede Apostolica Romana. Pur autonoma, il Patriarca maronita fa professione di Comunione con il Pontefice di Roma. Boutros è per tradizione assunto quale secondo nome del Patriarca Maronita in riferimento a San Pietro, fondatore della Chiesa di Antiochia.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*