Assisi, si rifiuta di pagare biglietto autobus e insulta autista

Costretto ad interrompere la corsa e riprenderla solo 20 minuti dopo, la polizia di Assisi denuncia 53enne romano per interruzione di pubblico servizio

Assisi, si rifiuta di pagare biglietto autobus e insulta autista

Assisi, si rifiuta di pagare biglietto autobus e insulta autista

ASSISI – È successo venerdì sera ad Assisi quando gli agenti della Squadra Volante del Commissariato P.S. Assisi, diretto dal Vice Questore Aggiunto della P.d.S. Francesca D. DI LUCA, intervenivano alla fermata San Pietro poiché sull’autobus di linea era salito con il suo cane un passeggero il quale, senza obliterare alcun biglietto, trovava posto a sedere incurante dell’invito dell’autista di mostrare il titolo di viaggio. L’uomo, con fare arrogante e visibilmente agitato, iniziava ad insultare l’autista che rimaneva a debita distanza da lui, seduto al posto di guida. Mentre l’uomo continuava a ricoprire l’autista di insulti, gli altri passeggeri si lamentavano del ritardo che l’autobus stava maturando. L’uomo con il cane tuttavia era deciso a non pagare il biglietto né a scendere dal mezzo.

L’autista a quel punto decideva di richiedere l’intervento delle Forze dell’Ordine. Gli agenti, giunti sul posto, riuscivano a riportare alla calma l’uomo che, identificato compiutamente in un 53enne romano con svariati precedenti penali per reati contro il patrimonio per i quali è stato anche arrestato, veniva condotto presso gli Uffici del Commissariato per essere fotosegnalato e denunciato per interruzione di pubblico servizio. Per lui avviata anche la procedura per l’emissione del Foglio di Via Obbligatorio dal Comune di Assisi.

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*