Assisi Suono Sacro si apre all’insegna dell’Ecologia

Questa prima giornata si chiuderà alle ore 20 con le Degustazioni sinestetiche

Assisi Suono Sacro si apre all’insegna dell’Ecologia

Assisi Suono Sacro si apre all’insegna dell’Ecologia. La quarta edizione di Assisi Suono Sacro si aprirà all’insegna dell’ecologia giovedì 21 luglio alle 17.00 presso la Sala delle Volte di Assisi con un incontro dedicato a riflettere sul tema di Ambiente sano, ambiente sacro: dall’ecologia del suono all’ecosistema. Saranno presenti con Federico Lambres (the Venus project) Francesca Taticchi (Futurando), Lorena Pesaresi, Roberto Laurenzi (Futuro Umbria), Luciana Di Nunzio, Katia Ciancabilla.

Un incontro che, mettendo in parallelo la musica e la natura, ciascuna con le proprie armonie, vuole mettere il luce il valore di una condivisione e di utilizzo equo delle risorse e dell’economia relativa. A tale incontro parteciperanno Federico Lambres del The Venus Project, Francesca Taticchi di Futurando, Katia Ciancabilla, Lorena Pesaresi e Roberto Laurenzi di Futuro Umbria insieme a Luciana Di Nunzio, il somellier Federico Nunzio.

Questa prima giornata si chiuderà alle ore 20 con le Degustazioni sinestetiche, un brindisi inaugurale con musica e vini (contributo 25€ solo su prenotazione tel.075.4659516 tutti i giorni dalle ore 18). La giornata sarà in collaborazione con Absollitaly e 3T Selezioni.

Ricordiamo che L’edizione Assisi Suono Sacro 2016, prodotta in collaborazione con Keysound, gode del Patrocinio e della collaborazione del Comune di Assisi, della Diocesi di Assisi, delle Città Unesco, ed è sostenuta da Ragione Umbria, Presidenza del Consiglio regionale, Fondazione Cassa Risparmio di Perugia, Banca Mediolanum, Banca Popolare di Spoleto e Avis. Fra le collaborazioni che hanno supportato e supportano il Festival: GreenX, Federtour, Adagio Art Agency, Corriere dell’Umbria, Rete Sole, Avi News, Reale Mutua, ma anche festival come quello di Cracovia Sacra, i Cavalieri della Pace, Convivio con l’Arte, Absollitaly, Bertoni Editore. Fra i partner con cui sono previste collaborazioni, ricordiamo: Aucc, Avis, CAI sez. di Perugia, Lav, Caritas.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*