Ballottaggio Assisi, dopo di noi, i più fragili finalmente al centro

Tutelare questa fascia vulnerabile della popolazione

Ballottaggio Assisi, dopo di noi, i più fragili finalmente al centro

Ieri è stato approvato alla Camera il disegno di legge “Dopo di noi”, una normativa fondamentale che tutela l’assistenza della persona disabile dopo la morte del proprio genitore. Con questa legge lo Stato si assume l’impegno di dare risposte alle persone più fragili restituendo un po’ di serenità ai tanti genitori che per anni si sono battuti. Il provvedimento di 10 articoli disciplina le misure di assistenza, cura e protezione per le persone con disabilità grave prive di sostegno familiare, ma non solo; prevede la progressiva presa in carico della persona interessata già durante l’esistenza in vita dei genitori, il cosiddetto “durante noi” dando la possibilità di scegliere in vita a chi affidare la gestione del proprio figlio disabile ed il patrimonio in eredità da destinare al suo sostegno.

Per la prima volta viene così istituito un fondo specifico che da anni veniva richiesto dalle associazioni dei portatori di handicap. Tale fondo è destinato ad attivare e potenziare tutti quei programmi volti a favorire percorsi di supporto della domiciliarità in abitazioni che riproducano le condizioni abitative e relazionali della casa familiare. Il ruolo fondamentale di questa legge è quindi andare a coprire quel gap esistente tra le cooperative spesso private o convenzionate già esistenti nel territorio, che in questi anni hanno avuto una funzione di estrema importanza, e lo stato, affinché si riesca a garantire eguali possibilità a chi non ha sufficienti mezzi.
Anche il Comune di Assisi e la futura amministrazione dovranno, sulla linea di questa importante legge e in base alle proprie competenze, rendersi disponibili a tutelare questa fascia vulnerabile della popolazione. Su questo fronte il programma della candidata Stefania Proietti presenta ampio spazio dedicato alle politiche sociali come la creazione di uno sportello del cittadino con supporti qualificati per l’aiuto familiare o l’attivazione di progetti di solidarietà ed inclusione. Tutte azioni alle quali, purtroppo, non è mai stata dedicata attenzione dalle precedenti amministrazioni di Assisi.
“Non credo si possa amministrare una città senza pensare prima di tutto alle persone, in maniera particolare alla parte della popolazione più fragile” afferma la candidata Proietti “ho voluto fortemente le persone al centro del mio programma e l’ho sempre ribadito anche nei nostri incontri con il territorio. La legge “Dopo di noi” è il riconoscimento fondamentale di una necessità che le famiglie con disabili hanno da sempre espresso e anche per noi sarà il punto di partenza imprescindibile affinché tutti possano trovare nell’amministrazione un punto di riferimento e un appoggio concreto”.
Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*