Bartolini: “Basta con il depotenziamento dell’ospedale di Assisi!”

Bartolini: "A Perugia qualcuno vuole trasformare l’ospedale di Assisi in una specie di poliambulatorio"

Ballottaggio, Bartolini: "Sostenere il settore edilizio"

Bartolini: “Basta con il depotenziamento dell’ospedale di Assisi!”

da Giorgio Bartolini (Candidato Sindaco del Comune di Assisi)
Prosegue l’azione disgregatrice dell’ospedale di Assisi quale disegno politico da parte della Regione in favore dell’ospedale di Pantalla. Le continue rassicurazioni da parte di esponenti del PD regionale e locale si sono rivelate semplici prese in giro, inutili diversivi dietro ai quali nascondere una verità incontestabile.

Questo disegno di depotenziamento del nostro nosocomio è iniziato nel 2007 con il trasferimento a Foligno del primario del punto nascita, non più sostituito, e ha avuto come epilogo la chiusura del reparto nel 2014.

A cascata è seguita la chiusura della pediatria. Quindi è stato depotenziato il reparto di chirurgia, il cui primario “a scavalco” lavora tra Assisi e Pantalla, ma di fatto è attivo soprattutto a Pantalla, dove vengono trasferiti i degenti di Assisi, con gravi problemi per le famiglie, che per assistere i propri cari devono percorrere ogni giorno 90 km.

Ora addirittura corre voce che sia imminente la riduzione del pronto soccorso, che passerebbe dalle attuali 24 a 12 ore di servizio. Inutile sperare nella medicina d’urgenza, che pure era stata promessa e che non si farà più.

Sembra invece prendere vigore la proposta di un pannicello caldo: l’istituzione della residenza sanitaria assistita (RSA), per riempire in qualche modo il nosocomio e non lasciarlo inutilizzato.

Questa sarebbe la dimostrazione più evidente che a Perugia qualcuno vuole trasformare l’ospedale di Assisi in una specie di poliambulatorio, progetto al quale tutti noi ci opporreremo.

Bartolini

Print Friendly

2 Commenti su Bartolini: “Basta con il depotenziamento dell’ospedale di Assisi!”

  1. Caro Bartolini, bisognava pensarci 15 anni fa con le prime avvisaglie del depotenziamento. Mi chiedo lei cosa abbia fatto concretamente.. Credo che i candidati Sindaco dovrebbero avere il coraggio della Verità piuttosto che il proseguire con promesse trite e ritrite soprattutto da parte di chi ha amministrato per lungo tempo..

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*