Campo Grande Assisi, amministrazione a lavoro per trovare soluzioni

L'Amministrazione ha preso visione della situazione di degrado

Campo Grande Assisi, amministrazione a lavoro per trovare soluzioni

Campo Grande Assisi, amministrazione a lavoro per trovare soluzioni. Un’amministrazione più che mai attenta al territorio. Lo scorso venerdì 21, infatti, il sindaco Proietti insieme al vicesindaco Stoppini, al consigliere Sdringola e ai consiglieri del luogo Corazzi e Lupattelli, si è recata personalmente a Petrignano per il sopralluogo della zona Campo Grande, da anni un cantiere a cielo aperto che i cittadini di Petrignano hanno segnalato fin dalla campagna elettorale come il problema più sentito e urgente della frazione che richiede soluzioni.

L’Amministrazione ha manifestato così la volontà di andare incontro ai cittadini ritenendo incredibile che venga lasciata una situazione di tale abbandono sotto gli occhi di tutti, con l’intento di aiutare la frazione a realizzare e perseguire un concetto di bellezza e utilità urbana di concerto con gli abitanti del luogo.

L’Amministrazione ha preso visione della situazione di degrado attuale e di un piano che risponde a logiche urbanistiche sorpassate di espansione e cementificazione appartenenti ai passati governi della città, contro le logiche di rigenerazione urbana e ricucitura del territorio dell’attuale Amministrazione.

L’obbiettivo sarà ora quindi quello di vagliare tutte le possibilità affinché siano trovate soluzioni idonee, anche ispirandosi a concetti di urbanistica sociale.

Insieme l’Amministrazione si è poi riunita nel pomeriggio di ieri; una riunione che si è protratta fino a sera e che ha permesso di affrontare più nel dettaglio la questione.

“Un’attenzione fondamentale e dovuta ad una situazione che da tanti, troppi anni, richiede una soluzione concreta. Non so come sia possibile lasciare che tanti cittadini ogni giorno si affaccino alla loro finestra e vedano un tale spettacolo di abbandono – ha dichiarato a proposito il sindaco Proietti – l’Amministrazione sulla questione può farsi attore per ripensare il progetto in un’ottica di vivibilità del territorio che non mancherà di discutere direttamente con i cittadini negli incontri con le frazioni che a breve partiranno su tutto il territorio del Comune”.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*