Unipegaso

Cantico, Assisi Choral Fest si svela, appuntamento dal 23 al 26 novembre [VIDEO]

Una ampia panoramica concertistica sulla realtà corale contemporanea

Cantico, Assisi Choral Fest si svela, appuntamento dal 23 al 26 novembre

Cantico, Assisi Choral Fest si svela, appuntamento dal 23 al 26 novembre

ASSISI – Una vetrina sul mondo corale, nazionale e internazionale. Questo è “Cantico – Assisi Choral Fest”, la rassegna che si svolgerà ad Assisi dal 23 al 26 novembre 2017, che è stata presentata oggi, presso la Sala della Conciliazione di Palazzo dei Priori ad Assisi, dal sindaco Stefania Proietti, dall’Assessore alla Cultura e Turismo Città di Assisi, Eugenio Guarducci, e dal Direttore Artistico, Carlo Pedini. 

“La presenza di tante e qualificate di formazioni corali in Assisi – ha detto il sindaco Stefania Proietti – non poteva che essere valorizzata dalla nostra Amministrazione attraverso la creazione di un importante evento che esalta i protagonismi locali dando anche la possibilità di ospitare tante altre esperienze nazionali ed internazionali con l’obiettivo di consolidare questa particolare forma di espressione artistica che, in passato, non aveva mai sperimentato una progettualità condivisa come quella presentata oggi”.

Si appresta così a prendere il via un Festival che offre una ampia panoramica concertistica sulla realtà corale contemporanea, aperta ad ogni genere, epoca e stile nei luoghi più belli e suggestivi di “Assisi – Città dei cori”, il nuovo brand che l’assessorato alla Cultura ha creato per dare risalto alle tante realtà che convivono nella città umbra, che già da sole coprono un ampio raggio di tipologie di organico e generi frequentati: dal coro misto classico al coro sinfonico con orchestra, dal coro di voci bianche al coro gregoriano, con una ricchezza di generi ed epoche storiche frequentati pressoché unica per una città delle dimensioni di Assisi.

Con un salto oltre i confini. “Accanto alle formazioni corali della città, “Cantico” accoglie anche cori provenienti dall’Italia e dall’estero per coprire un panorama quanto più completo possibile per generi e formazioni.

“Una sinergia che nasce non a caso ad Assisi – ha spiegato Pedini – dove la tradizione corale affonda le proprie radici nella storia secolare della musica che ha accompagnato la vita religiosa dal francescanesimo in avanti, arricchendosi col tempo di stimoli e spunti andati ben oltre il campo specifico della musica sacra. ‘Cantico’, in virtù della sua collocazione nella parte conclusiva dell’anno, intende rappresentare una sorta di riassunto delle molteplici iniziative corali che nel corso dell’anno si svolgono ad Assisi e che vedono protagonisti, sia come esecutori che organizzatori, gli stessi cori cittadini, promuovendone l’immagine e diffondendone e amplificandone l’informazione sulla propria attività. Questa prima edizione è dedicata in modo particolare alla coralità giovanile – ha poi evidenziato il direttore artistico -, che trova spazio fin dalla giornata inaugurale, 23 novembre, con una tavola rotonda sullo specifico tema ed una rassegna concertistica di cori scolastici.

Il programma prosegue poi nei tre giorni successivi con oltre 20 concerti, dove più di 30 cori diversi si esibiranno in alcuni dei luoghi più significativi di Assisi. Ascolteremo i generi più diversi, dal sacro al profano, dal rinascimentale al contemporaneo, dal gregoriano al vocal pop, fino alla sera di domenica 26 novembre, nella Basilica Superiore di San Francesco, dove nel concerto finale un unico grande coro, che abbraccerà l’intero perimetro interno della Basilica, intonerà il “Cantico delle Creature” nella prima e più nota versione corale scritta da Padre Domenico Stella ad Assisi nel 1925″.

Tanti gli appuntamenti da non perdere. Fra le formazioni ospitate, si segnala la presenza nel concerto d’inaugurazione del Coro da Camera di Kiev, erede della grande tradizione corale russo-ucraina, guidato dal suo fondatore, Mykola Hobdych, con cui si è esibito nei teatri e nelle sale da concerto di tutto il mondo.

Il concerto viene presentato in produzione esclusiva per Cantico. Si potrà poi ascoltare, in due occasioni (il 25 e il 26 novembre nel concerto conclusivo) “UT insieme vocale consonante”, il gruppo vocale “modulare” diretto da Lorenzo Donati, coro vincitore del Gran Premio europeo di Canto Corale 2016, unica formazione italiana in 28 edizioni ad aggiudicarsi questo premio, considerato il più importante riconoscimento mondiale nell’ambito della musica corale.

Protagonista dell’edizione una significativa rappresentanza delle eccellenze della coralità giovanile italiana, provenienti da Abruzzo e MoliseMarche, Toscana Umbria. Quattro cori formati, appunto, da giovani con età compresa tra 18 e 30 anni, promossi dalle rispettive associazioni aderenti a Feniarco (la Federazione nazionale delle associazioni corali regionali) a cui si deve l’ideazione e lo sviluppo di questa iniziativa ormai conosciuta e apprezzata in tutta Italia.

Per gli appassionati dei canti di montagna, dal Trentino arriverà il Coro “Città di Ala”, custode riconosciuto della autentica tradizione dei canti delle Alpi. In tre appuntamenti nei giorni 24, 25 e 26, con tre diversi programmi, ci sarà la suggestiva compagine romana del coro “Charlie’s gospel angels” guidato dalla voce potente ed espressiva dal suo fondatore e direttore Charlie Cannon.

Sempre da Roma arriveranno direttamente per “Cantico” due formazioni specializzate in due generi musicali che in questi ultimi anni si stanno rivelando fra quelli più seguiti ed apprezzati dagli appassionati di musica corale: il “dodicetto” di musica leggera Minuscolo Spazio Vocale e il quintetto vocale di musica pop Occhi Chiusi In Mare Aperto.

I cori residenti in Assisi, evidenziati sotto il nuovo simbolo di “Assisi Città dei Cori”, Assisincanto Chorus, I Cantori di Assisi, la Cappella Musicale della Basilica Papale di San Francesco, la Cappella Musicale della Cattedrale di San RufinoCommedia Harmonica, il Coro di voci bianche “Allegre Note” e la  Schola Gregoriana Assisiensis, presenteranno programmi originali, pensati appositamente per questa edizione di Cantico, che metteranno in luce le peculiarità e le diverse caratteristiche di queste eccellenti formazioni, molte delle quali di antichissima tradizione e ben conosciute in Italia e all’estero.

Alle loro esibizioni va aggiunto lo spettacolo Intramontes, per cori e ricco ensemble strumentale, ideato e scritto dal pianista e compositore assisiate Ramberto Ciammarughi, che verrà presentato nel pomeriggio di sabato 25 novembre, al Teatro Metastasio.

Un Festival catalizzatore nel settore, che apre nuove prospettive al territorio. “Con ‘Cantico’ vogliamo sottolineare il brand di Assisi Città dei Cori – ha infine evidenziato l’assessore Guarducci – che ci auguriamo possa da ora in poi essere valorizzato ed utilizzato da tutte le formazioni locali nella loro annuale attività concertistica in modo che venga premiata una forte identità culturale che non ha eguali nella nostra Regione e che può rappresentare un faro attrattivo a livello nazionale ed internazionale”.

Cantico, Assisi Choral Fest si svela, ecco il programma dal 23 al 26 novembre

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*