Celebrazione alla Porziuncola in suffragio del cardinale Nicora

Durante l’omelia padre Rosario ha richiamato il senso cristiano della fede annunciata dal salmo 15

Celebrazione alla Porziuncola in suffragio del cardinale Nicora
Nel pomeriggio di ieri, 29 aprile, ad una settimana dalla nascita al Cielo del cardinale Attilio Nicora, nella Basilica papale di Santa Maria degli Angeli si è celebrata l’Eucaristia in suffragio della sua anima. Alla santa messa, presieduta da p. Rosario Gugliotta, Custode della Porziuncola, hanno preso parte numerosi frati della Porziuncola e le principali autorità civili e di polizia che servono la cittadina serafica: una presenza numerosa per pregare ed esprimere gratitudine a colui che per poco più di un decennio è stato Legato pontificio per la nostra Basilica e per quella di San Francesco.

Padre Rosario Gugliotta ha introdotto la celebrazione ricordando che «le due Basiliche di Assisi sono le uniche due al mondo, oltre le quattro Basiliche romane, ad avere il titolo di “Basiliche papali”. Perciò il Papa ha un suo rappresentante stabile per le due Basiliche: in questi anni il cardinal Nicora è stato per noi la presenza del Santo Padre. Tante volte ha avuto modo di celebrare con noi il Transito di San Francesco, ascoltando quell’ultima strofa del Cantico delle Creature intonato qui alla Porziuncola come un canto per accogliere Sorella morte. Questo è il luogo in cui l’uomo, in Francesco, si è riconciliato anche con la morte».

Durante l’omelia padre Rosario ha richiamato il senso cristiano della fede annunciata dal salmo 15, ascoltato ben due volte durante la celebrazione di questa 3^ Domenica di Pasqua: una fede che sgorga dalla sorpresa della Pasqua, «che ci rende lieti perché il Signore non ci abbandona negli inferi. Ecco perché preghiamo per i nostro fratelli defunti, perché crediamo che la nostra vita non finisce in un sepolcro. Cristo è risorto ed è la nostra speranza. Il nostro cardinale Nicora ha manifestato sempre la sua bontà e la sua benevolenza, anche con gioia, ha trattato nella Chiesa cose importanti ma sempre con serenità … tutto questo il Signore glielo riconoscerà, ma preghiamo per lui perché possiamo presentarci purificati davanti a Dio».

Il Custode ha concluso la celebrazione ringraziando ancora il Signore per il dono che ha fatto alla nostra Basilica del cardinal Nicora e per il servizio da lui svolto in questi anni. Un ringraziamento particolare è stato rivolto anche al coro interparrocchiale di Imola che ha animato la celebrazione eucaristica.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*