Erasmus plus all’Istituto Comprensivo per Ciechi Pluriminorati

Il Progetto Erasmus plus triennale, ha avuto inizio nel 2015 e coinvolge alunni, docenti e genitori della scuola speciale e le scuole partner

Erasmus plus all’Istituto Comprensivo per Ciechi Pluriminorati
da Claudia Maria Travicelli (Assessore alle Politiche Scolastiche ed Educative)
Martedì 28 Marzo,  il Vice Sindaco Valter Stoppini e l’Assessore Claudia Maria Travicelli hanno incontrato nella sede comunale di Assisi le insegnanti del Progetto Erasmus plus. Appuntamento con l’Europa che vede la partecipazione dell’Istituto Comprensivo per Ciechi Pluriminorati con insegnanti Svedesi , Ceche e Slovacche.
Le insegnanti, Sophie  e Marita  da Askersund in Svezia, Denise e Michaela  da Velki Orecov in Repubblica Ceca, Gabriela e Beata, da Radhosina in Slovacchia,  hanno rilevato con piacere la sinergia tra all’Istituto Comprensivo per Ciechi Pluriminorati, l’Istituto Serafico e l’Amministrazione Comunale di Assisi.
Il Progetto Erasmus plus triennale, ha avuto inizio nel 2015 e coinvolge alunni, docenti e genitori della  scuola speciale e le scuole  partner. Durante l’incontro nel Comune di Assisi,  il Dirigente Giovanfrancesco Sculco era rappresentato dalla responsabile del Progetto Antonella Brunacci e dall’insegnante di inglese della scuola secondaria di 1° Grado Massimiliano Saguto. I due docenti hanno voluto sottolineare come la scuola, attualmente non possa fare a meno di un Progetto Europeo.
Il Vice Sindaco, dopo aver portato i saluti dell’Amministrazione, ha elogiato queste esperienze e ha sottolineato  l’importanza di un’anima vera per giungere ad una nuova Europa. Ha aggiunto anche la necessità di un impegno comune che faccia leva soprattutto sui nostri giovani.
Gli scambi internazionali di esperienze tra docenti – ha detto l’Assessore alle Politiche Scolastiche ed Educative Claudia Maria Travicelli – favoriscono a pieno l’apprendimento interculturale dei nostri studenti, quali giovani cittadini europei. E – ha aggiunto – la condivisione di conoscenze, il confronto, i vari  punti di vista, le iniziative ed idee tra  persone con differenti background culturali in una nuova logica di cooperazione internazionale, sono una grande opportunità, che impreziosisce  la crescita di tutti.
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*