Fertility Room, Paoletti, Assisi non può squalificarsi attraverso “genialate”

Paoletti: "Nel turismo, materia alquanto complicata, occorrono strategie organizzazione e pianificazione, parole ben lontane dall’improvvisazione mostrata sino a questo momento"

Fertility Room, Paoletti, Assisi non può squalificarsi attraverso “genialate”

Fertility Room, Paoletti, Assisi non può squalificarsi attraverso “genialate”. Da Leonardo Paoletti (Forza Italia) – ASSISI – Non è importante come se ne parli, ma l’importante è che se ne parli. Se questo deve essere, secondo l’assessore Guarducci,  lo slogan allora in Assisi si potrà da oggi in poi fare esercizio di fantasia senza tener conto di ciò che Assisi rappresenta nel mondo. L’iniziativa del Fertility Room sembra proprio raccontare che sia così. E probabilmente per l’Assessore Guarducci è così, abituato a creare manifestazioni di richiamo che giocano con le parole e gli slogan.

Ma Assisi è ben altro, ha certamente una immagine da curare e custodire, non può permettersi di squalificarsi attraverso “genialate” di cattivo gusto e di dubbissima efficacia, se non addirittura controproducenti. Non avevamo dubbi che le soluzioni per risolvere l’attuale crisi turistica causata dall’indotto del terremoto sarebbero state solo sensazionalistiche e di nessuna sostanza.

Probabilmente, anziché pensare a soluzioni avventurose come questa, l’Amministrazione Comunale si sarebbe dovuta prodigare per entrare all’interno del “cratere”, cioè nell’area soggetta alle agevolazioni fiscali post terremoto, dando così una vera soddisfazioni a quanti nel settore turistico hanno avuto danni dalla drastica riduzione di afflusso turistico. Agevolazioni fiscali importanti che avrebbero consentito di procrastinare pagamenti come mutui, contributi, tasse, ecc. Invece si e pensato bene di far slittare il pagamento della TARI dal mese di novembre a quello di febbraio, assurdo, quasi folle, visto che a febbraio gli alberghi sono vuoti e Assisi conosce in quel mese la vera assenza di turismo.

Ancora più incomprensibile la presa di distanza della Sindaca dall’iniziativa del Fertility Room, se un assessore della sua giunta fa delle scelte, non può che risponderne direttamente anche la Sindaca, se veramente non condivide tali scelte che  ritiri le deleghe all’Assessore, diversamente le dichiarazioni fatte sono e restano solo dichiarazioni prive di significato, funzionali solo a provare a salvare (senza riuscirvi) la faccia.

In una città che ha più di ottomila metri quadrati di affreschi di Giotto, praticamente unica al mondo, la Porziuncola di S. Maria degli Angeli,  una città Romana nascosta, lo splendore delle due Rocche, un parco come quello del monte Subasio, e chi più ne ha più ne metta, si poteva veramente evitare di inventare una idea di così tanto cattivo gusto. Chi pensava, con l’arrivo dei Sig. Guarducci, di avere chiamato un importante manager del turismo oggi dovrà ricredersi, certamente un ottimo imprenditore di se stesso, ma nel turismo, materia alquanto complicata, occorrono strategie organizzazione e pianificazione, parole ben lontane dall’improvvisazione mostrata sino a questo momento.

 

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*