Unipegaso

Giornata Internazionale della Donna, ad Assisi la Marcia silenziosa

La violenza sulle donne non ha tempo né confini

Giornata Internazionale della Donna, ad Assisi la Marcia silenziosa
La violenza sulle donne non ha tempo né confini.
Le vittime non parlano solo la nostra lingua,
ma tutte le lingue del mondo.
Noi ad Assisi le vogliamo ricordare
senza parole.
Mercoledì 8 marzo, Giornata Internazionale della Donna. Alle ore 14,30 partenza da Largo Properzio (Porta Nuova) per raggiungere Piazza del Comune. Gli Assessori Claudia Maria Travicelli (Politiche scolastiche ed educative) e Veronica Cavallucci (Pari Opportunità), organizzano per mercoledì 8 Marzo la “Marcia silenziosa” contro la violenza sulle donne. Insieme per condividere e ribadire che insieme, e a viso aperto, dobbiamo e possiamo combattere la violenza e il femminicidio.
Saremo donne di tutte le età: dalle giovani studentesse frequentanti le Scuole del territorio, alle lavoratrici, alle mamme, alle disoccupate, abbiamo invitato anche tanti uomini. Marceremo simbolicamente insieme alle donne di tutto il mondo, che in almeno 40 Paesi sfileranno nella stessa giornata.  Le partecipanti e i partecipanti potranno portare un accessorio possibilmente di colore rosso, che verrà simbolicamente deposto sulle scale del Tempio della Minerva, per far parlare la voce di tutte coloro che non sono più tra noi o che oggi stanno soffrendo e non hanno coraggio di denunciare.
Il tutto sarà accompagnato da poesie e letture di brani dedicati alle donne. Per la collaborazione ringraziamo l’Accademia Punto Assisi e quanti vorranno partecipare.
A tutte le donne” di Alda Merini
Fragile, opulenta donna, matrice del paradiso
sei un granello di colpa
anche agli occhi di Dio
malgrado le tue sante guerre
per l’emancipazione.
Spaccarono la tua bellezza
e rimane uno scheletro d’amore
che però grida ancora vendetta
e soltanto tu riesci
ancora a piangere,
poi ti volgi e vedi ancora i tuoi figli,
poi ti volti e non sai ancora dire
e taci meravigliata
e allora diventi grande come la terra
e innalzi il tuo canto d’amore.
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*