Giubilei del ‘900, la mostra di Assisi raggiunge 13mila presenze

Tanti gli studenti e i turisti stranieri che hanno visitato il percorso espositivo allestito dalla Fondazione CariPerugia Arte che si è concluso nei giorni scorsi

Giubilei del ‘900, la mostra di Assisi raggiunge 13mila presenze

Giubilei del ‘900, la mostra di Assisi raggiunge 13mila presenze ASSISI – Ha superato le 13mila presenze, ottenute anche grazie alla grande partecipazione delle scuole che hanno accompagnato gli studenti in mostra, ai tantissimi turisti stranieri e alle iniziative che di volta in volta hanno fatto da cornice al progetto espositivo, con l’obiettivo di approfondirlo e renderlo più fruibile.

Ad un anno dalla sua apertura – era il 15 dicembre 2015 – si è chiusa nei giorni scorsi la mostra “Anno Santo. I Giubilei della Chiesa da Leone XIII Francesco” allestita ad Assisi, a Palazzo Bonacquisti. La durata del percorso espositivo organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia e dalla Fondazione CariPerugia Arte ha infatti seguito proprio quella del Giubileo della Misericordia indetto per il 2016 da Papa Francesco, che si è concluso ufficialmente lo scorso 20 novembre con la chiusura della Porta Santa di San Pietro.

Parallelamente al nucleo centrale del progetto, che ha affrontato gli 8 eventi giubilari che si sono svolti nel 1900 e le diverse personalità dei 5 Papi che li hanno convocati, documentandoli con immagini fotografiche e video di repertorio, con pagine tratte dalla stampa dell’epoca, documenti, volumi, collezioni di medaglie ed oggetti di ogni genere, nel corso di questi 12 mesi sono state organizzate numerose iniziative. Tra le più significative l’integrazione del percorso esposito con nuovi materiali in occasione della visita di Papa Francesco in Umbria lo scorso 4 agosto, ma anche la settimana dedicata alle figure femminili in occasione dell’8 marzo, Festa della donna, o l’adesione al progetto nazionale Famu, la giornata Nazionale delle Famiglie al Museo che si è tenuta il 9 Ottobre. Con l’arrivo dell’autunno non è mancato neppure il rito del tè, offerto ai visitatori a conclusione delle visite guidate alla mostra.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*