Giubileo della scuola, nella cattedrale di San Rufino ad Assisi

Al termine della celebrazione ci sarà la premiazione delle scuole che hanno partecipato al concorso: “Oltre il deserto l’abbraccio del Padre”

Giubileo della scuola, nella cattedrale di San Rufino ad Assisi. ASSISI – Si svolgerà domenica 25 settembre 2016 il Giubileo del mondo della scuola. L’appuntamento per i docenti e per il corpo non docente di tutte le scuole è alle ore 17 nella cattedrale di San Rufino con la celebrazione della santa messa presieduta dal vescovo monsignor Domenico Sorrentino.

Al termine ci sarà la premiazione del concorso organizzato dal Museo diocesano di Assisi, in collaborazione con l’Ufficio Scuola della diocesi, dal titolo “Oltre il deserto l’abbraccio del Padre”. Questi i vincitori: la 5B della scuola primaria “la Meridiana” di Passaggio di Bettona che ha realizzato l’immagine della locandina del giubileo.

La classe 2C della scuola secondaria di primo grado “F. Storelli” di Gualdo Tadino ha realizzato la matita che è diventata il logo del Giubileo del mondo della scuola. Sono 6 invece le menzioni speciali che la commissione esaminatrice ha voluto assegnare ad altrettanti elaborati. La classe 3E della scuola secondaria di secondo grado “Colomba Antonietti” di Bastia Umbra per la forte carica emozionale.

Le classi 3C e IA della scuola secondaria di primo grado “F. Storelli” di Gualdo Tadino, la prima per la storia che ha saputo costruire, la seconda per l’originalità. Le classi 5A e 5B della scuola primaria “Patrono d’Italia” di Santa Maria degli Angeli per la resa artistica dell’elaborato che hanno realizzato.

La classe 5A della scuola primaria “Umberto Fifi” di Bastia Umbra per l’originale utilizzo dei materiali negli elaborati presentati. Anche il lavoro di Francesca Bartolomei, 3E scuola secondaria di primo grado “Franco Storelli” è vincitore di una menzione speciale. Gli oltre 60 elaborati partecipanti al concorso sono già esposti al Museo diocesano dove rimarranno fino ad ottobre.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*