La Pro Loco di Rivotorto ricostruirà la sede di quella di Amatrice

Grazie alla somma raccolta con l'amatriciana di solidarietà

La Pro Loco di Rivotorto ricostruirà la sede di quella di Amatrice. A due mesi dal sisma, una delegazione della Pro Loco di Rivotorto di Assisi, il 24 Ottobre si è recata ad Amatrice per rendere omaggio alle vittime e per mettere a punto un progetto di aiuto e sostegno alla locale Pro Loco. Un incontro davvero pieno di emozioni: accanto al cippo che ricorda le vittime….dialogare con persone che hanno perso case, cose ed affetti….con i cumuli di macerie e le case accartocciate che ricordano l’immane tragedia…una tristezza infinita!

Dalle loro parole anche tanta voglia di ripartire e di ricominciare. Il Presidente Luca Tanci, la Vice Presidente Maria Belardoni, i consiglieri Buccioni e Tinivelli a nome di tutta la Pro Loco di Rivotorto oltre alle parole di incoraggiamento hanno assicurato un gesto concreto e tangibile: la Pro loco di Rivotorto.

costruirà una struttura provvisoria in legno dove la Pro Loco di Amatrice potrà operare quanto prima come punto di informazione e come avvio della ripresa turistica della cittadina.
La sede era fortemente desiderata sia dalla Presidente Adriana Franconi che dal Sindaco Sergio Pirozzi che abbiamo incontrato. Attualmente la Pro Loco è l’unico soggetto a dare tutti i tipi di informazione ai tanti che per vari motivi si recano ad Amatrice e tutto questo, le persone della Pro Loco lo fanno sulla strada, all’aperto o dal finestrino di un loro furgone.

Una sede, seppur di legno è indispensabile per tutto il periodo della ricostruzione, per cui appena il Comune ci comunicherà la dimensione della apposita piazzola, la Pro loco di Rivotorto, insieme alla Fiva farà installare la struttura. “Per ricostruire la sede in muratura occorrono 200.000 euro ma non si sa quando ciò avverrà, si sa che chi vuole, può devolvere al Comune di Amatrice un contributo finalizzato alla ricostruzione della nostra sede”- dice il Vice Presidente Carmine Monteforte.

Grazie alla Amatriciana di solidarietà organizzata a Settembre dalla Pro loco di Rivotorto e dalla Fiva la cifra disponibile è di 16,250 euro che sarà utilizzata in gran parte per installare la sede provvisoria in legno e parte per la ricostruzione fissa in muratura. Avendo costatato di persona quanto, in questo frangente, sia utile e quasi insostituibile l’opera di quella Pro loco per la rinascita di Amatrice, la Pro Loco di Rivotorto non esclude altre prossime iniziative di solidarietà per sostenerla.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*