L’uomo tra Natura e Dio, domenica si è svolto un convegno ad Assisi

Per la Festa regionale del Rito scozzese Antico ed Accettato dell’Ispettorato regionale umbro

L’uomo tra Natura e Dio, domenica si è svolto un convegno ad Assisi

L’uomo tra Natura e Dio, domenica si è svolto un convegno ad Assisi

da Paola Costantini
ASSISI – ‘L’uomo tra Natura e Dio: il difficile cammino della modernità’ è il titolo del convegno che si è svolto domenica 8 ottobre all’Hotel Valle di Assisi a Santa Maria degli Angeli, per la Festa regionale del Rito scozzese Antico ed Accettato dell’Ispettorato regionale umbro. A portare il proprio saluto, l’assessore alla cultura della Regione Umbria Fernanda Cecchini che, partendo proprio dal titolo dell’incontro, ha parlato di una riflessione che è un omaggio ai connotati della nostra regione.

La cura della spiritualità – ha affermato – va di pari passo con la cura ed il rispetto per l’ambiente. Anche per Teresa Severini, assessore alla cultura del Comune di Perugia, è alta l’attenzione alla storia e alla spiritualità del territorio e le colpe che l’uomo ha nei confronti dell’universo, impongono una riflessione.

Riflessione che è partita proprio dalla centralità dell’uomo stesso definito come la più alta espressione della natura con la quale, però, deve tornare a vivere in armonia, rispettandola.

Tra gli interventi, quello di Massimo Balzana, medico chirurgo gastroenterologo, che da venti anni studia la storia di Giovanni di Bernardone, San Francesco il cui pensiero filosofico ed esoterico è di una attualità sconvolgente. Il percorso spirituale del Santo rappresenta la sua evoluzione: da strumento passivo nelle mani di Dio a parte integrante del processo cosmico.

Il Presidente dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Perugia Paolo Vinti ha incentrato il suo intervento sul tema ‘La Natura ed il progetto dell’Uomo: la ricerca dell’armonia’. ‘L’uomo ed il mondo: l’ordine naturale e l’ordine divino nell’età della tecnica’, è stato invece il focus dell’avvocato e saggista Fabio Amici. A tirare le conclusioni della giornata, Leo Taroni, Sovrano Gran Commendatore del Rito Scozzese Antico ed Accettato.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*