MercaVini e presepi protagonisti del weekend del Natale ad Assisi

E sullo sfondo, il suggestivo gioco di luci e immagini nel cuore della città

MercaVini e presepi protagonisti del weekend del Natale ad Assisi

MercaVini e presepi protagonisti del weekend del Natale ad Assisi

ASSISI – Un giro per mercatini e presepi tra Assisi e dintorni. Ecco il ricco calendario messo in piedi per le Feste, una variegata selezione dedicata alla Natività e all’enogastronomia alla scoperta dei luoghi segreti della città, belli ma meno noti.

Sabato 16 dicembre, alle 11, la Sala delle Volte apre le porte per gli attesi MercaVini di natalizi, un angolo sfizioso con enogastronomie umbre che gratifica i buongustai della tradizione, ma anche idee regalo da mettere sotto l’albero. Un’idea dedicata ai sapori autentici, coordinata in collaborazione con le associazioni Strade del vino e Strada dell’olio Dop Umbria. Prima di soddisfare il palato si può sempre fare un giro per i tanti presepi sparsi nel territorio, dal centro alla periferia ce ne sono in tutti gli stili ed epoche.

A partire dalla Piazza dei Presepi, ovvero la Piazza del Comune così ribattezzata poiché ne accoglie una importante selezione: il Colonnato del Tempio della Minerva ospita per la prima volta un Presepe a grandezza d’uomo, mentre nelle vicine sale dei palazzi storici sono allestiti il “Presepe artistico napoletano del ’700” (con il contributo di Antonietta Mancinelli Angeletti, la “Mostra dei Presepi artistici”, a cura di Franco Paccamiccio, e la “Mostra d’arte presepiale”, a cura del Club Unesco Assisi. Nella Sala del Capitano del Popolo, si può ammirare la “Mostra dei Presepi della Terra Santa”, provenienti appunto da questi luoghi e da una collezione privata. Si tratta di esposizioni di pannelli raffiguranti gli 800 anni di permanenza dei Francescani in Terra Santa. Si potranno anche acquistare, ad offerta libera, oggetti provenienti dalla Terra Santa, fatti da artigiani, il cui ricavato verrà interamente devoluto a favore dei Bambini bisognosi di Gerico (Terra Santa).

Un viaggio nella Natività, quella che si fa nella piazza del Comune, di grande impatto emotivo, poiché mentre la si attraversa si viene catturati dalle immagini proiettate sulle pareti dei monumenti e dei palazzi storici, elaborazioni grafiche e sonore che esaltano la cultura della città, le sue radici, attraverso un viaggio virtuale molto suggestivo. Come anche quello che riserva lo scrigno della cattedrale di San Rufino, che sotto gli scavi ha allestito un presepe. Spostandoci verso la Basilica di San Francesco si possono invece ammirare quello del Colle del Paradiso, ideato da Carlo Angeletti con passione e grande senso della tradizione, che viene realizzato fin dal 1995 grazie alla disponibilità del Sacro Convento e alla collaborazione di volontari (anche questo a cura di Antonietta Mancinelli Angeletti), e quello caratteristico della Liguria, regione protagonista per aver donato l’olio votivo in occasione della Festa di San Francesco.

Sempre fino al 6 gennaio, a Santa Maria degli Angeli, in piazza Garibaldi troviamo il presepe tradizionale allestito a cura della locale Pro loco in collaborazione con i Priori Serventi del Piatto di S. Antonio. Una mostra con Natività in legno pregiato, opera dello scultore Maestro d’Arte Gattolin. Pochi metri più in là, nel chiostro della Basilica della Porziuncola, fino al 7 gennaio, si ripete la consueta grande mostra di Presepi provenienti da varie parti del mondo, un vero viaggio nella Natività attraverso le culture.

Un ventaglio di rappresentazioni, quello finora proposto, che si rinnova: tra i presepi in fase di apertura (a partire da domenica 17 dicembre), infatti, si segnala quello dell’Orto degli aghi, di ispirazione francescana, con una ambientazione domestica delle Natività nell’Assisi medievale, realizzato presso un antico fondaco con costumi d’epoca e corredo in Punto Assisi con riferimento alle fonti francescane. E tanti altri pronti ad alzare il sipario, dove non mancano quelli viventi. Scopriteli su www.Nataleassisi.it insieme a tante altre iniziative per grandi e piccoli.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*