Movimento 5 Stelle non si schiera e pone tre quesiti ai candidati

Referendum costituzionale, 5 milioni fideiussioni PUC, quali assessori?

Mozione del M5s di Assisi per ridurre stipendio dirigenti comunali
Fabrizio Leggio

Movimento 5 Stelle non si schiera e pone tre quesiti ai candidati

Il Comune di Assisi dovrà andare al ballottaggio per decidere chi amministrerà per i prossimi cinque anni il nostro territorio. Come tutti ormai sapranno i contendenti sono Giorgio Bartolini e Stefania Proietti, uno è l’icona della vecchia politica clientelare e l’altra rappresenta poteri forti ed il Governo che sta smantellando anche la Costituzione. Entrambe le soluzioni sono inconciliabili con i principi del Movimento 5 Stelle che pertanto non si schiera con nessuno e lascia libertà di voto a tutti i suoi sostenitori, vi invitiamo ad andare a votare secondo il vostro personale sentire.

Per poter chiarire le idee a tutti i cittadini, crediamo sia utile e doveroso che i contendenti si esprimano pubblicamente su tre quesiti specifici: 1)Quale posizione si intende assumere sul referendum costituzionale di ottobre, sì o no? 2) Cosa intende fare il sindaco con i circa 5 milioni di euro di fideiussioni che detiene il Comune dal PUC qualora, come sembra, non fossero rispettati i tempi di consegna? 3) Quali saranno gli assessori della futura giunta? Il Movimento 5 Stelle li avrebbe scelti solo sulla base delle competenze, voi darete l’assessorato con quale criterio? Attendiamo impazienti una risposta pubblica. Movimento 5 Stelle Assisi

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*