Nasce ad Assisi lo sportello di assistenza contro il sovraindebitamento

Il Comune riceverà le prime richieste dei cittadini e favorirà l’intervento di consulenza di professionisti esperti dell’Ordine

Nasce ad Assisi lo sportello di assistenza contro il sovraindebitamento

Nasce ad Assisi lo sportello di assistenza contro il sovraindebitamento

ASSISI – Nasce ad Assisi lo sportello di assistenza contro il sovraindebitamento. Un accordo in tal senso è stato sottoscritto questo pomeriggio dal Sindaco Stefania Proietti e dal Presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Perugia Andrea Nasini. Il protocollo è finalizzato alla collaborazione reciproca per agevolare e sostenere il cittadino che si trovi in situazioni di sovraindebitamento o che necessiti di un affiancamento nel processo di reinserimento sociale.

Prevede, inoltre, attività di educazione finanziaria nelle scuole per prevenire fenomeni di sovraindebitamento futuro. “Con questo servizio -ha spiegato il sindaco di Assisi Stefania Proietti- grazie alla collaborazione con l’Ordine dei Dottori Commercialisti ed Esperti Contabili di Perugia, il Comune di Assisi mette a disposizione dei cittadini uno strumento che consentirà di avere un aiuto qualificato per la riduzione, la pianificazione e la rateizzazione dei debiti nei casi di sovra indebitamento.

Un aiuto concreto per sostenere le situazioni dei cittadini e delle famiglie più fragili ma anche per la formazione e una maggiore consapevolezza che può essere acquisita sin dai banchi di scuola”. “Si tratta di un servizio in cui crediamo molto, consapevoli della complessità di un problema figlio della crisi economica degli ultimi anni” ha detto il Presidente dell’Odcec di Perugia Andrea Nasini. “Per questo, per prevenire il fenomeno e per fortificare le tutele economiche e sociali sul territorio, desideriamo mettere a sistema le nostre competenze in sinergia con le Istituzioni”. “Il Protocollo sottoscritto questa mattina con il Comune di Assisi – ha ricordato -, è una prova tangibile del nostro impegno e dà seguito all’analogo accordo sottoscritto con il Comune di Perugia nello scorso mese di maggio”.

Il Protocollo, della durata di tre anni, prende spunto dalla cosiddetta “Legge salva suicidi” (L.3/2012), che prevede la possibilità per privati cittadini, commercianti o imprenditori di rivolgersi all’organismo dell’ODCEC o al tribunale segnalando una crisi da sovraindebitamento. In seguito agli accertamenti del caso e sotto la supervisione del tribunale si può accedere a un piano di rientro creditizio commisurato ai debiti.

Il Comune riceverà le prime richieste dei cittadini e favorirà l’intervento di consulenza di professionisti esperti dell’Ordine, al fine di trovare una soluzione idonea. Chiunque sia interessato potrà contattare il servizio al numero 0758138619, attivo dal 12 Luglio, per poter prendere appuntamento ed usufruire dei servizi in maniera gratuita e totalmente riservata. Nell’ambito del protocollo, il Comune di Assisi si impegna anche a predisporre, insieme all’Ordine, i programmi formativi di educazione finanziaria per gli Istituti secondari superiori, fungendo, peraltro, da raccordo con le direzioni didattiche territoriali e patrocinando eventi formativi e informativi su temi finanziari, al fine di favorire la prevenzione di fenomeni di sovraindebitamento finanziario, già a partire dalla scuola.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*