Non solo turismo, serrato confronto con comune Assisi, su regolamenti e Tosap cara

RISPONDE IL VICESINDACO STOPPINI

Assisi, chi predica bene razzola male, anzi per precisione razzolava

Non solo turismo, serrato confronto con comune Assisi, su regolamenti e Tosap cara
Di Lorenzo Capezzali
ASSISI – Non solo turismo nella dialettica di queste ore ad Assisi tra Comune ed operatori commerciali, baristi e ristoratori ma anche confronto intellettuale ed economico sull’attualità  di certi regolamenti e su alcune  tasse, considerate troppo esose come la Tosap. Attori in campo divisi e il ping pong tra le parti ha assunto toni sempre più aspri tanto da richiedere l’intervento del vice sindaco con delega al commercio, Walter Stoppini, che ha spiegato in poche parole le ragioni delle scelte operate da Palazzo dei Priori sulla Tosap, “tariffe indicate da una legge dello Stato ” mentre per il vituperato problema di tavoli ed ombrelloni c’è ancora da decidere tutto dopo un incontro con la Soprintendenza.

Vincenzo Di Santi, portavoce dell’Ascom in qualità di presidente, non fa mistero sulle problematiche sopportate dalla categoria dopo le informazioni del post sisma e la sostanza di certi regolamenti ex tunc, che hanno steso il comparto turistico. Un mix d’ingredienti con il segno meno che hanno prodotto effetti deleteri su lavoro e resa di cassa. Come dire bene il “ panta rei ” nella comunicazione e nella difesa della immagine di Assisi con progetti virtuosi ma il realismo quotidiano di un lavoro è un’altra cosa. Insomma, non basta solo programmare per gli interlocutori del Comune!

Print Friendly, PDF & Email

1 Commento

  1. Siamo a marzo. Non è tardi per prendere provvedimenti? Io ad ottobre ho fatto un twit che dava Assisi indenne da terremoto invitando il Sindaco a fare altrettanto. Lo ha fatto?

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*