Papa Francesco ad Assisi nel giorno del Santo Patrono d’Italia

Il Pontefice ha raggiunto la città simbolo del terremoto a bordo di una Golf

Papa Francesco ad Assisi nel giorno del Santo Patrono d'Italia
Foto da Twitter (Osservatore Romano)

Papa Francesco ad Assisi nel giorno del Santo Patrono d’Italia.  Sorpresa tra i terremotati. Papa Francesco, dopo Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto, farà tappa a Norcia, nella frazione di San Pellegrino poi andrà ad Assisi. E’ nel giorno di San Francesco il Santo Padre tornerà nella città del Poverello. Lo comunica l’Avvenire sul sito web

Il Pontefice stamani ha raggiunto la città simbolo del terremoto a bordo di una Golf con i vetri oscurati ed è entrato nella scuola provvisoria realizzata dalla Protezione civile del Trentino per incontrare alunni e insegnanti. Il Pontefice, informa la sala stampa Vaticana, è giunto alle 9.10 accompagnato dal vescovo di Rieti monsignor Domenico Pompili per rendere visita alle popolazioni vittime del terremoto del 24 agosto. Insieme al vescovo di Rieti, Francesco è entrato nella scuola. Gli studenti delle elementari e delle medie gli hanno donato alcuni disegni. Francesco li ha abbracciati e salutati uno ad uno e si è intrattenuto con loro ad ascoltare i loro racconti.

“Vi sono vicino e prego per voi”: lo ha detto Papa Francesco in visita ad Amatrice parlando con i terremotati. Lo riferisce un tweet dell’ Osservatore Romano. “Non sono venuto prima per non creare problemi tenuto conto delle vostre condizioni. Non volevo dare fastidio”.

Papa Francesco, lasciata la scuola di Amatrice, ha raggiunto la zona rossa e accompagnato dai vigili del fuoco si è incamminato lungo Corso Umberto I tra le macerie. Dopo circa un’ora il Papa ha lasciato Amatrice salutando dal finestrino dell’auto gli sfollati rimasti nella tendopoli, per recarsi negli altri centri del cratere.

https://www.youtube.com/watch?v=vLNAV_QdjdE

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*