Piano Regolatore Parte Operativa, approvato ad Assisi

Uno degli atti più importanti del quinquennio ed andrà a sostituire uno dei piani regolatori più celebri

Piano Regolatore Parte Operativa, approvato ad Assisi

Piano Regolatore Parte Operativa, approvato ad Assisi

da Antonio Lunghi (Sindaco di Assisi)
Il Consiglio Comunale ha approvato il 23 Marzo, con larga maggioranza (13 voti favorevoli e due contrari), ed in maniera definitiva il Piano Regolatore Parte Operativa.

Tale definitiva approvazione costituisce uno degli atti più importanti del quinquennio ed andrà a sostituire uno dei piani regolatori più celebri della storia urbanistica del secondo dopoguerra: quello di Giovanni Astengo.

Il PRG approvato presenta una serie di caratteristiche che lo rendono un serio e potente strumento di sviluppo e crescita del territorio:

– è l’unico progettato seguendo la più recente normativa di settore della nostra Regione;

– ha risposto al principio di una progettazione globale del territorio e delle sue esigenze, essendosi articolato in due fasi logiche e consequenziali: parte strutturale prima, parte operativa poi;

– è il primo P.R.G. Approvato nella nostra Regione ed oggi siamo i primi ad essere giunti alla fase conclusiva, ponendoci come esempio per le altre amministrazioni sia per la qualità del lavoro prodotto, sia per la tempistica e la rapidità.

Con Determinazione Dirigenziale in data 25/11/2015, la Regione Umbria ha espresso parere favorevole motivato con prescrizioni ed indicazioni in merito alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) e valutazione di incidenza del PRG-Parte Operativa n.1. Da questo momento in poi è potuto iniziare l’esame delle 167 Osservazioni pervenute a seguito dell’Adozione della Parte Operativa del PRG in data 12/03/2015 con D.C.C. n. 21.

Il PRG-Parte Operativa è stato sottoposto alla complessa procedura VAS in quanto il precedente PRG- Parte Strutturale fu adottato nel 2010 ai sensi della L.R. 31/97 adeguato alla L.R. 11/2005 e pertanto non sottoposto al procedimento VAS, senza il relativo parere di compatibilità e valutazione di incidenza ambientale.

Per questo il PRG-PO ha subìto non solo un ritardo temporale ed un aggravio di procedimento, ma è stato anche oggetto di prescrizioni ed indicazioni che chiaramente comportano una modifica dell’assetto progettuale e che si ripercuote sulle osservazioni pervenute.

Successivamente al parere della Regione Umbria, la I° Commissione Consiliare competente in materia urbanistica si è messa all’opera per l’esame delle osservazioni pervenute, suddividendole per Frazioni: il lavoro della Commissione è iniziato ai primi di Dicembre proseguendo anche durante le Feste Natalizie.

Vorrei ringraziare il Dirigente del Settore Ing. Stefano Nodessi Proietti, il Progettista del Piano Arch. Paolo Ghirelli, i responsabili dei vari uffici e tutto il personale che ha collaborato con impegno e professionalità al raggiungimento di questo importante traguardo per tutta la collettività.

Ringrazio anche il già assessore Moreno Fortini e Monia Falschi attuale assessore all’urbanistica, ringrazio anche il Consigliere Rino Freddii Presidente della Commissione Consiliare

Certamente lo strumento approvato necessità di una revisione nella parte strutturale che costiutirà uno degli impegni della prossima amministrazione, ma costituisce un punto fermo che determinerà nei prossimi mesi una serie di interventi che si renderanno realizzabili a partire dall’approvazione del Piano.

Piano Regolatore Parte Operativa

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*