Potenziamento ferrovia in Umbria, si chiede l’attivazione dei servizi Freccia

Scopo della mozione è dunque quello di impegnare l’Amministrazione a farsi promotrice di tale istanza

Potenziamento ferrovia in Umbria, si chiede l’attivazione dei servizi Freccia

Potenziamento ferrovia in Umbria, si chiede l’attivazione dei servizi Freccia

da Federica Lunghi
Martedì mattina sarà discussa in I° Commissione consiliare del Comune di Assisi, la mozione “Potenziamento servizi ferroviari in Umbria” predisposta e presentata dal Presidente della medesima, l’ingegnere Federica Lunghi. Si tratta di un’importante mozione che è stata condivisa e sottoscritta da tutti i capigruppo consiliari e che sarà poi discussa e votata in Consiglio Comunale ad Assisi il 21 giugno.

Verificata la circolabilità di mezzi Freccia sulle tratte Orte – Foligno e Foligno – Terontola, attraverso l’analisi del fascicolo linea 106 di Rete Ferroviaria Italiana, con tale mozione si chiede l’attivazione di servizi Freccia in Umbria, di supporto a tutta la Regione (a costo strutturale zero). E come primo passo, si richiede l’arretramento del Frecciarossa da Arezzo in Umbria, in particolare a Foligno e con fermata intermedia ad Assisi.

L’ipotesi dell’arretramento del Frecciarossa da Arezzo a Foligno non è esaustiva di tutte le esigenze di collegamento dell’Umbria, ma rappresenta un importante punto di partenza, che consentirà ai viaggiatori di raggiungere velocemente città del nord Italia come Bologna e Milano, sia per lavoro che per altri scopi. Inoltre, questo servizio non preclude in alcun modo la possibilità di concretizzare le altre ipotesi in campo.

Scopo della mozione è dunque quello di impegnare l’Amministrazione a farsi promotrice presso l’ANCI, le Camere di Commercio, Trenitalia e/o ITALO, la Regione Umbria ed il Ministero dei Trasporti di tale istanza, al fine di affrontare e risolvere le criticità del trasporto ferroviario della nostra Regione, favorire l’incremento dei flussi di turistici e supportare la promozione dei territori umbri, degli eventi e dei prodotti locali anche attraverso l’attivazione di forme di co-marketing con Trenitalia.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*