Presentato il Piano marketing Cultura e Turismo 2018 [VIDEO]

Proietti: “un lavoro di squadra condiviso per la crescita e lo sviluppo di tutta la Città”

Presentato il Piano marketing Cultura e Turismo 2018

Presentato il Piano marketing Cultura e Turismo 2018

ASSISI – Un momento di condivisione importante quello del Piano marketing Cultura e Turismo 2018 del Comune di Assisi: come annunciato, nel rispetto dei tempi da regolamento approvato, ieri sera nella Sala della Conciliazione di Palazzo dei Priori l’Assessore al Turismo e alla Cultura Eugenio Guarducci ha spiegato nel dettaglio il piano alla platea composta dalle associazioni di categoria, dai membri dei Tavoli Assist Turismo e Cultura, da stakeholders del comparto turistico e culturale oltre che da imprenditori del settore alberghiero ed extra alberghiero.

“Un cambio epocale che farà cambiare passo”: così Guarducci ha definito il piano che inquadra gli investimenti da parte del Comune per il 2018 negli ambiti cultura e promozione turistica, a partire da un totale di entrate di circa 2.400.000 euro che, per la prima volta, arriveranno al settore turistico grazie all’introduzione dell’imposta di soggiorno e alla pro-attività dell’amministrazione Proietti (finanziamenti da PSR, sponsorizzazioni, biglietteria eventi).

Questi fondi ingenti saranno per la prima volta investiti nel settore di promozione culturale e turistica senza trascurare opere di miglioramento del territorio, funzionali al miglioramento dell’accoglienza ma anche della qualità della vita dei Cittadini.

Tre i principali obiettivi da raggiungere nei prossimi anni citati dall’Assessore Guarducci: migliorare la destagionalizzazione delle presenze; aumentare la permanenza media dei turisti e comunicare motivazioni che facciano permanere sempre più a lungo i visitatori che giungono in Assisi per le sue caratteristiche identitarie, legate a San Francesco, alle ricchezze storico-architettoniche ed artistiche, alla religiosità e al misticismo della Terra di Assisi.

In armonia con il masterplan regionale di promozione turistica (in corso di elaborazione a cura della cabina di regia di cui la Città Serafica fa parte) il Comune di Assisi avvierà un progetto di profilazione dei flussi turistici per comprendere a fondo la tipologia dei visitatori e le motivazioni che li conducono ad Assisi, realizzando interviste sulla percezione della Città.

L’indagine -mai eseguita finora seppur di importanza strategica- verrà realizzata avvalendosi del supporto di un operatore telematico specializzato e in collaborazione con l’Istituto alberghiero di Assisi.

Altro capitolo quello dedicato al restyling della comunicazione turistica e culturale in collaborazione con l’ISIA di Urbino (Istituto Superiore per le Industrie Artistiche). Comunicazione e immagine nuove con la produzione di contenuti fotografici e multimediali che possano valorizzare l’offerta culturale e turistica della Città.

Il tutto contando su agenzie specializzate in Comunicazione, Social media, Organizzazione eventi e Graphic Design. Ribadita anche l’importanza del progetto Assisi Tourist card, carta di servizi turistici e culturali che nel Piano sarà realtà entro il 2018.

Previste anche azioni di sostegno per le imprese del settore ricettivo (tra cui fiere ed eventi formativi su social e web) ed investimenti su otto nuovi eventi oltre che sul nuovo contenitore denominato ‘Assisi estate 2018’. Saranno al contempo mantenuti e potenziati gli eventi già coordinati dal Comune di Assisi, oltre che ulteriori, numerose iniziative ed attività di soggetti terzi.

“Un piano che ha piena condivisione della maggioranza di questo Governo, che rappresenterà il primo concreto passo verso quell’innalzamento della qualità nell’offerta turistica e culturale auspicata: per la prima volta Assisi ha una visione strategica della sua promozione e la mette in atto”: così il Sindaco Stefania Proietti che ricorda come 500 mila euro saranno riversati sul territorio, per la manutenzione e per “incrementarne i servizi, la fruibilità e la bellezza” con azioni a beneficio  dell’accoglienza turistica ma anche a vantaggio di tutti i cittadini di Assisi.

(fm)

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*