Quindici giorni di prognosi per netturbino ferito ad Assisi, farà denuncia

Il furgoncino dei rifiuti intralciava la circolazione

Quindici giorni di prognosi per netturbino ferito ad Assisi, farà denuncia

Quindici giorni di prognosi per netturbino ferito ad Assisi, farà denuncia

ASSISI – L’operatore ecologico aggredito giovedì pomeriggio da un commerciante di Assisi, nella zona della Basilica di San Francesco, sporgerà denuncia ai carabinieri. L’operatore, secondo una prima ricostruzione, sarebbe stato ferito, non è chiaro da cosa, si parlava di chiavi ma anche di  taglierino. Il furgoncino dei rifiuti intralciava la circolazione. Per il netturbino diversi punti di sutura al viso e una prognosi di 15 giorni certificata dal pronto soccorso di Assisi; sul fatto indagano i carabinieri di Assisi.

Il coordinatore nazionale della Fp Cgil del settore di igiene ambientale Massimo Cenciotti e il coordinatore regionale Fabrizio Cecchini esprimono massima vicinanza e solidarietà all’operatore in forza alla società di servizio di raccolta rifiuti e spazzamento Ecocave, operante nel comune di Assisi, che è stato vittima di una folle aggressione fisica.
“Questo episodio gravissimo – affermano i due sindacalisti – riporta per l’ennesima volta in primo piano la questione delle sicurezza e della tutela dei lavoratori pubblici, dei quali si parla molto quando emerge qualche caso di abuso o furberia, ma quasi mai quando invece, nella stragrande maggioranza dei casi, svolgono un lavoro essenziale per la comunità, come fanno, anche in questi giorni di terribile afa, gli operatori dell’igiene ambientale.
Auguriamo al lavoratore ferito – concludono Cenciotti e Cecchini – una pronta guarigione e chiediamo alle autorità preposte e alle aziende dell’igiene ambientale di mettere in atto tutte le azioni necessarie ad evitare che episodi del genere possano ripetersi”.
Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*