Ricerca sulle patologie muscolari, summit di scienziati da tutta Europa ad Assisi

Oltre 100 ricercatori, da tutta Europa, prendono parte al XIII meeting internazionale dell’Istituto Interuniversitario di Miologia

Ricerca sulle patologie muscolari, summit di scienziati da tutta Europa ad Assisi. Oltre 100 ricercatori, da tutta Europa, prendono parte al XIII meeting internazionale dell’Istituto Interuniversitario di Miologia (IIM), istituzione che coinvolge università e centri di ricerca italiani ed europei accomunati dall’interesse scientifico per la biologia e le patologie del muscolo scheletrico.

I lavori, da domani, giovedì 13 sino a domenica 16 ottobre 2016, si svolgeranno all’hotel Cenacolo Assisi a Santa Maria degli Angeli (Pg) e saranno caratterizzati da 6 letture magistrali tenute da ricercatori di fama internazionale, 42 presentazioni orali e 21 poster.

E’ la prima volta che il Meeting IIM si tiene in Umbria, e all’avvio dei lavori – giovedì 13 ottobre 2016, alle ore 14 –  porteranno i loro saluti Franco Moriconi, Rettore dell’Università di Perugia, Vincenzo Talesa, direttore del Dipartimento di Medicina Sperimentale e Stefania Proietti, sindaco di Assisi.

I ricercatori affiliati all’IIM sono impegnati nella ricerca dei meccanismi alla base della contrazione muscolare, della miogenesi (formazione del muscolo), dell’ipertrofia e atrofia muscolare (compresa la sarcopenia che si accompagna all’invecchiamento), della rigenerazione muscolare e di patologie del muscolo scheletrico come il rabdomiosarcoma, la cachessia e le distrofie muscolari;  una particolare attenzione è dedicata alle cellule satelliti (le cellule staminali del muscolo scheletrico) e al loro coinvolgimento in tali processi.

“Caratteristica dei Meeting IIM è la partecipazione di tanti giovani ricercatori che possono confrontarsi in un clima scientificamente stimolante – dice il prof. Guglielmo Sorci, docente di Anatomia Umana del Dipartimento di Medicina Sperimentale dell’Ateneo perugino ed organizzatore locale del meeting -. La particolare scelta di condividere momenti scientifici e momenti conviviali favorisce il confronto, gli scambi di idee e le collaborazioni tra gruppi di ricerca diversi, velocizzando l’acquisizione delle conoscenze e la messa a punto di protocolli terapeutici”.

Il meeting ha avuto il supporto di AFM-Téléthon, Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Regione Umbria e Comune di Assisi, e il patrocinio delle Università di Perugia, Roma Sapienza e Chieti-Pescara.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*