Sarà siglato ad Assisi un patto per le politiche sostenibili nella città

Il Sindaco Proietti “Assisi diverrà laboratorio internazionale di buone pratiche contro il riscaldamento globale”

Sarà siglato ad Assisi un patto per le politiche sostenibili nella città. Parte dalla Conferenza delle Nazioni Unite sul clima (UNFCCC-COP22) di Marrakech la proposta di fare di Assisi un laboratorio internazionale per reinventare le città in chiave eco-sostenibile. È questo il patto che ha preso l’avvio ieri al termine del side-event organizzato dalla Città di Assisi nel padiglione italiano con il supporto del Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare. L’accordo, che sarà perfezionato nei prossimi mesi, prevedrà l’individuazione di buone pratiche di adattamento e mitigazione del cambiamento climatico. Questo al fine di rendere Assisi un’apripista di politiche sostenibili per le persone, il clima e l’ambiente, che possano essere ripetute in altre città.

“Assisi ha le dimensioni giuste per diventare città-laboratorio nella lotta ai cambiamenti climatici – ha dichiarato il Sindaco Stefania Proietti – ed ha una forza gigantesca per il significato simbolico che la città di San Francesco assume nell’immaginario collettivo sui temi dell’ecologia. L’obbiettivo di ogni azione sull’ambiente deve mettere le persone al centro, nel rispetto assoluto della vita e dei più fragili, in una ottica di sviluppo umano integrale”.

Il convegno dal titolo “The role of LGMAs in climate actions on adaptation and mitigation: Italian case studies” (Ruolo delle Municipalità e delle Amministrazioni Locali nel portare avanti azioni di mitigazione ed adattamento ai cambianti climatici: casi studio italiani), oltre all’Amministrazione Comunale della Città di Assisi, presente con il Sindaco Stefania Proietti e il Consigliere Paolo Sdringola, ha visto la partecipazione di illustri relatori: Giorgia Rambelli della rete ICLEI Europa; Domenico Gaudioso di ISPRA; Andrea Di Stefano di Novamont; Mariagrazia Midulla del WWF Italia; Federico Brocchieri di Italian Climate Network; il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, intervenuto per i saluti iniziali, ha ricordato l’importanza e il ruolo che la Città di Assisi può acquisire nella lotta al riscaldamento globale. Presenti tra il pubblico i senatori della Commissione Ambiente di Palazzo Madama.

Nella sua partecipazione alla Conferenza, il Sindaco Proietti ha inoltre incontrato molti esponenti governativi, tra cui: il Segretario di Stato Vaticano, Sua Eminenza il Cardinale Pietro Parolin; la responsabile del programma delle Nazioni Unite “Sustainable Energy for All”, Rachel Kyte, già Vice Presidente della Banca Mondiale; il Presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta; il Presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*