Sindaco Assisi incontra Ministro Franceschini su rilancio turismo attraverso cultura

Un primo risultato è il coinvolgimento diretto, d'ora in avanti, dell'ANCI ai tavoli di coordinamento tra MIBACT, Regioni e ENIT

Sindaco Assisi incontra Ministro Franceschini su rilancio turismo attraverso cultura ASSISI – Il Sindaco di Assisi Stefania Proietti, accompagnata dall’Assessore Eugenio Guarducci è stata ricevuta oggi a Roma dal Ministro Franceschini che ha voluto approfondire il tema dei danni indiretti dopo il sisma che ha colpito il centro Italia.
Su interessamento diretto del Presidente ANCI Antonio Decaro, il Sindaco Proietti ha rappresentato, come ANCI Umbria, al Ministro e al tavolo di lavoro con  il Sindaco di Rimini Gnassi (delega al turismo per ANCI Nazionale) e ANCI Abruzzo, Marche e Lazio, il problema legato al crollo dei flussi turistici nella Città Serafica “epicentro dei danni indiretti” come paradigmatico in una regione quale è l’Umbria dove solo il 5% del territorio è terremotato ma il turismo si è ridotto del 50%.
Un primo risultato è il coinvolgimento diretto, d’ora in avanti, dell’ANCI ai tavoli di coordinamento tra MIBACT, Regioni e ENIT.  Sono state delineate inoltre alcune strategie ‘driver’ per il rilancio dei territori in cui maggiormente si verifica il calo di presenze. “Per la prima volta Assisi, in rappresentanza di ANCI Umbria, in un tavolo nazionale di confronto sul rilancio turistico che non può più attendere.” ha affermato il Sindaco Proietti
“Le nostre istanze che rappresentano la paradossale situazione del 95% dell’Umbria, senza nessun danno ma dove non arrivano più turisti per la insicurezza percepita, sono state ascoltate e prese a cuore dal Ministro che impegnerà non solo i 4 milioni di risorse dirette agli eventi ma presenterà anche misure fiscali nella prossima legge di stabilità. Un passo avanti, anche se tanto c’è da fare, e noi non ci arrenderemo ma faremo di tutto per far risplendere Assisi ai vertici delle mete turistiche preferite a livello nazionale e internazionale.”
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*