Spirito di Assisi, l’appello per la Pace 2016 dalla città di Francesco

Il Papa: "Siamo venuti ad Assisi come pellegrini in cerca di pace"

Spirito di Assisi, l’appello per la Pace 2016 dalla città di Francesco. Toccante la cerimonia conclusiva dello Spirito di Assisi – Sete di pace, religioni e culture in dialogo, il trentennale dello storico incontro internazionale sulla pace fortemente voluto da San Giovanni Paolo II nel 1986. Se la pace in tutto il Mondo ogni giorno fosse come questo giorno ad Assisi, potremmo dire di aver davvero raggiunto quella pace che ognuno di noi ha bisogno. Sete di Pace. Questo è stato più volte ricordato durante la preghiera ecumenica dei cristiani.

Lo ha detto e ricordato Papa Francesco. “Noi desideriamo dar voce insieme a quanti soffrono, a quanti sono senza voce e senza ascolto. C’e’ un grido che implora ed è quello delle vittime della guerra ma anche dei bambini “cui è preclusa la luce di questo mondo. Siamo venuti ad Assisi come pellegrini in cerca di pace”. Queste alcune parole del discorso conclusivo del Papa.
La preghiera ecumenica dei cristiani è cominciata nel pomeriggio all’interno della Basilica Inferiore di San Francesco di Assisi. Ogni gruppo religioso ha pregato in un luogo dedicato. Al termine tutti si sono spostati all’esterno della basilica e in Piazza San Francesco è stato lanciato l’appello di pace 2016 da parte dei vari gruppi religiosi. Toccanti i discorsi del patriarca Bartolomeo I e degli altri religiosi presenti. Le religioni “fonti di speranza per chi ha sete di pace”. Lo ha detto Andrea Riccardi, fondatore della Comunità di Sant’Egidio, che ha raccolto l’intuizione di Giovanni Paolo II in 30 anni di incontri nello spirito di Assisi.

Così come la storia Tamara Mikalli, armena di Aleppo, e David Brodman, sopravvissuto alla Shoah. L’esempio di Francesco di Assisi ci è di grande aiuto. Lo “spirito di Assisi” ha a che fare con la sua vita e il suo messaggio. Lo ha detto Monsignor Domenico Sorrentino, vescovo di Assisi.

Dialogo e preghiera sono i capisaldi di questo incontro per Padre Mauro Gambetti. Dopo un minuto di Silenzio in memoria delle vittime della guerra e del terrorismo è seguita la Lettura dell’Appello per la Pace e la Consegna dell’Appello da parte dei capi religiosi ai 34 bambini provenienti da 11 paesi. Saranno loro i messaggeri che consegneranno questo messaggio. Sotto le dolci note delle musiche di Morricone, Mission, C’era Una Volta Il West, La Califfa e la vita bella di Piovani è stato accesso il candelabro e la firma dell’Appello da parte dei capi religiosi di tutto il mondo. Il primo ad accenderlo Papa Francesco.

Con uno Scambio di un segno di pace si è concluso il trentennale dello Spirito di Assisi. Papa Bergoglio alle ore 19 ha raggiunto l’elicottero con il quale è decollato per tornare in Vaticano.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*