Teatro Sacro, i Giullari che fecero sorridere Dio, tantissima gente al primo spettacolo

Questa sera 'Devozione, santi e santonazzi' sempre al Sagrato di San Pietro alle ore 21

Teatro Sacro, i Giullari che fecero sorridere Dio, tantissima gente al primo spettacolo

Teatro Sacro, i Giullari che fecero sorridere Dio, tantissima gente al primo spettacolo

ASSISI – Il Sagrato dell’Abbazia di San Pietro ad Assisi era colmo di gente. In tanti ieri sera sono arrivati per vedere lo spettacolo ‘I Giullari che fecero sorridere Dio, Laudi francescane tra musica e parola’. L’Accademia Properziana del Subasio nell’organizzare il convegno Teatro sacro, pratiche di dialogo tra religione e spettacolo ha deciso di concludere ogni giornata di convegno con una rappresentazione teatrale, tre con l’esattezza.

Ieri sera il primo spettacolo a cura di Fulvia Angeletti del Piccolo Teatro degli Instabili di Assisi. «Quattro musicisti, un attore ed un’attrice immersi nella poeticità trasparente delle laudi francescane nel tentativo di fondersi, attraverso la musica e la recitazione».

Gli attori, ciascuno con il proprio strumento, in un’unica orchestra, attraverso suoni, immagini, improvvisazioni vocali e mimiche hanno condotto il pubblico nell’universo letterario e musicale della predicazione nel francescanesimo delle origini, con unico obiettivo la divulgazione di un messaggio divino. Lo spettacolo germoglia sul progetto musicale “Joculatores Domini” firmato da Francesco Zimei per l’Ensemble Micrologus.

I musicisti: Goffredo Degli Esposti ai flauti, alla ciaramella e alla zampogna; Gabriele Russo alla viella, ribeca e buccina; Enea Sorini al canto e percussioni; Raffaello Simeoni, al canto, liuto e corno.

E poi ancora: Corinna Lo Castro, attrice e regista e con la partecipazione degli Allievi dei Laboratori di Recitazione del Piccolo Teatro degli Instabili: Ludovico Marcucci, Stefano Magherini, Diego Tardioli e con Fabio Busti.

Teatro Sacro – Pratiche di dialogo tra religione e spettacolo continuerà fino al 10 settembre. Questa sera, dopo il convegno, altro spettacolo ‘Devozione, santi e santonazzi’ sempre al Sagrato di San Pietro alle ore 21.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*