Teatro sacro, presentato ad Assisi il convegno internazionale

Gli spettacoli grazie alla gentile collaborazione del monaci dell’Abbazia di San Pietro si svolgeranno sul sagrato e all’interno della magnifica chiesa di San Pietro

Teatro sacro, presentato ad Assisi il convegno internazionale

Teatro sacro, presentato ad Assisi il convegno internazionale

ASSISI – Come annunciato nella conferenza stampa organizzata dal Comune di Assisi sulla programmazione di eventi nella città per l’anno 2017, nei giorni 8-10 settembre si terrà il convegno internazionale dedicato al “Teatro Sacro” organizzato dall’Accademia Properziana del Subasio in collaborazione con l’Università di Perugia, Dipartimento di lettere e finanziato dal Comune di Assisi e dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.

Dall’otto al dieci settembre studiosi provenienti da diversi atenei europei si troveranno ad Assisi per fare il punto della situazione su questo genere di teatro; sui documenti del passato, dal Medioevo in poi, ma anche sui nuovi linguaggi teatrali, letterari e della struttura scenica che riguardano il teatro sacro.

E’ intenzione dell’Accademia assisiate far sorgere qui ad Assisi un centro studi sul teatro sacro che potrebbe estendere l’interesse alle forme d’arte che scaturiscono dalle esigenze di devozione, celebrazione, proclamazione, rappresentazione, con riferimento alle religioni monoteiste o non teiste come il buddismo e che si manifestano in teatro, musica, danza e arti figurative.

Tutto ciò ha un forte legame con la storia e le tradizioni della città di Assisi che alcuni autori considerano culla del teatro sacro italiano, basti ricordare alcuni studi assai noti sull’argomento: Silvio d’Amico, Maria Angela Terruggia, Frank Thomas o le più recenti edizioni di testi medievali a cura della stessa Terruggia o di Francesco Santucci o il volume di Arnaldo Fortini La lauda in Assisi e le origini del teatro italiano, Assisi 1961. Anzi durante il convegno verrà presentata l’edizione del cosiddetto Laudario Illuminati, testo essenziale per la storia della lingua italiana oltre che per la storia del teatro.

Ogni giornata di convegno sarà conclusa da uno spettacolo, nella sequenza: I giullari che fecero sorridere Dio a cura del Piccolo teatro degli instabili e dell’Ensemble Micrologus; realizzato da Sonidumbra Santi e santonazzi, e infine la Rappresentazione di Anima et di Corpo a cura di Commedia Harmonica con attori, danzatori e orchestra barocca. La particolarità è che si tratta di persone che professionalmente o per passione operano in associazioni che ad Assisi si interessano di teatro o di musica.

Insomma questa breve rassegna è frutto della cooperazione sapiente di tanti assisani che anche in precedenti esperienze hanno dimostrato di saper esprimere un livello eccellente di studio e di pratica dell’arte. Gli spettacoli grazie alla gentile collaborazione del monaci dell’Abbazia di San Pietro si svolgeranno sul sagrato e all’interno della magnifica chiesa di San Pietro.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*