Tenta di entrare in casa colpendo portone con pietra, arrestato ad Assisi

Il Giudice ha disposto nei suoi confronti l’allontanamento dalla casa familiare e l’obbligo di firma

Tenta di entrare in casa colpendo portone con pietra, arrestato ad Assisi

Tenta di entrare in casa colpendo portone con pietra, arrestato ad Assisi

ASSISI – La richiesta di intervento è giunta poco dopo le 22 di qualche giorno fa. Una donna chiedeva l’aiuto della Polizia poiché il fratello si trovava di fronte all’ingresso dell’abitazione familiare e tentava di entrare colpendo il portone con una grossa pietra. All’arrivo della Volante l’uomo, un assisano del ’77, era davanti al portone – che presentava evidenti segni di danneggiamento – con ancora la pietra in mano. Alla vista degli agenti, posava il corpo contundente e si sedeva sui gradini iniziando a spiegare l’accaduto.

Il quarantenne, che si presentava in stato di alterazione alcoolica, recuperata la calma riferiva di avere dei contrasti con la madre che si protraggono da tempo e che l’ennesima discussione lo aveva portato alla collera. I Poliziotti acquisivano altresì la versione della genitrice la quale confermava i contrasti con il figlio spesso culminati in accessi d’ira sfociati in aggressioni verbali.

Quella sera, all’esito dell’ennesimo alterco, il quarantenne aveva reagito colpendo con una grossa pietra il portone d’ingresso. Data la situazione ed il reiterarsi delle minacce in danno dei familiari, gli agenti procedevano all’arresto del quarantenne per il reato di tentata violazione di domicilio e maltrattamenti in famiglia. All’esito della convalida, il Giudice ha disposto nei suoi confronti l’allontanamento dalla casa familiare e l’obbligo di firma.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*